DRONI MILITARI/Italia e Ue sempre più a caccia di droni militari. L’Ue ha già concesso 350 milioni alle lobby armate. Ma il mezzo aereo non è affidabile

Roma, 05 Mag 2017 – di Carmine Gazzanni – Tanto se ne sente parlare ma forse in pochi conoscono nel concreto l’uso massiccio che, specie negli ultimi anni, gli Stati occidentali fanno dei droni militari. Basti questo: secondo quanto ricostruito da un dossier pubblicato dall’Isituto di Ricerche internazionali Archivio Disarmo (Iriad), a livello globale il mercato dei droni passerà da un valore di 486,1 milioni di dollari nel 2016 (di cui 478,3 riguardanti il settore militare) a più di 980 milioni nel 2021. Una crescita clamorosa, dunque, che deve il suo la alla guerra gobale contro il terrorismo inaugurata da George Bush nel 2011. Parliamo, sottolinea il corposo dossier, della controvera pratica del targeted killing, ovvero “le uccisioni extragiudiziali di possibili terroristi in contesti di non guerra attraverso attacchi dal cielo mirati”. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.lanotiziagiornale.it/italia-e-ue-sempre-piu-a-caccia-di-droni-militari-leuropa-ha-gia-concesso-finanziamenti-per-350-milioni/

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.