Giornata per le vittime del terrorismo: Mattarella: “Ricordare è un dovere morale”

Roma, 09 Mag 2017 – “Ricordare tutti coloro che sono stati uccisi dai terrorismi vecchi e nuovi è un dovere morale”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sul “Giorno della memoria” che si celebra oggi nell’aula del Senato. La ricorrenza è stata istituita con la legge n. 56 del 2007 “al fine di ricordare tutte le vittime del terrorismo, interno e internazionale, e delle stragi di tale matrice”. La cerimonia, iniziata con l’esecuzione dell’Inno nazionale da parte degli studenti del Liceo Scientifico “Farnesina” di Roma, vede la conduzione e l’introduzione del direttore della Repubblica, Mario Calabresi, figlio del commissario Luigi Calabresi assassinato il 17 maggio 1972. Tra coloro che porteranno le loro testimonianze, il padre di Walter Rossi, Francesco Rossi, la vedova di Claudio Graziosi, Silvana Perrone Graziosi, il figlio di Carlo Casalegno, Andrea Casalegno. Uno studente leggerà un testo del giornalista Cesare Martinetti in memoria dell’avvocato Fulvio Croce. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.repubblica.it/cronaca/2017/05/09/news/giornata_della_memoria_per_le_vittime_del_terrorismo_mattarella_ricordare_e_un_dovere_morale_-164994777/

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.