“Ritorno alla leva obbligatoria per tutti”: l’idea del ministro Pinotti

Roma, 14 mag 2017(Nostra nota. Se si sta pensando di ritornare alla leva obbligatoria qualcosa puzza.. Probabilmente con l’attuale baget economico della Difesa non si riesce ad ammodernare i mezzi e armi. Quindi quale migliore cosa passare alla leva obbligatoria e non pagargli lo stipendio?).  Segue articolo della Redazione Tiscali >>> La riproposizione di una qualche forma di leva obbligatoria declinata in termini di utilizzo dei giovani in ambiti di sicurezza sociale “non è un dibattito

obsoleto”, tanto che in Europa “si è riaperto non solo in Svezia ma anche in Francia, dove, alle ultime presidenziali, l’argomento è stato toccato da molti candidati, compreso Macron”. Lo ha detto oggi il ministro della difesa, Roberta Pinotti, a margine della sfilata degli Alpini, a Treviso. Un aleva, ha specificato, “non più solo nelle forze armate ma con un servizio civile che divenga allargato a tutti”.

La professionalità dei soldati

“Da un lato, per le missioni internazionali – ha osservato il ministro – abbiamo bisogno di militari professionalmente preparati e qui la leva obbligatoria non sarebbe lo strumento più idoneo. Ma l’idea di riproporre a tutti i giovani e alle giovani di questo paese un momento unificante, non più solo nelle forze armate ma con un servizio civile che divenga allargato a tutti ed in cui i giovani possono scegliere dove meglio esercitarlo – ha concluso Pinotti – è un filone di ragionamento che dobbiamo cominciare ad avere”.

Chi ha abolito la leva nell’Ue

 

La maggior parte dei 28 Stati membri dell’Unione Europea ha abolito la leva militare. Francia e Regno Unito – i principali pilastri della Nato della difesa in Europa occidentale – hanno reso le loro forze armate completamente professionali (Francia nel 2001, il Regno Unito nel 1963).

Cosa fanno gli altri stati dell’Ue? In Germania coscrizione sospesa nel 2011, ma la previsione del servizio obbligatorio prevede rimane nella costituzione. Da qualche tempo è in corso un dibattito sul reintrodurre qualche forma di servizio nazionale. Durante la guerra fredda, il servizio militare ha fatto sì che la Germania occidentale poteva mobilitare 495.000 soldati e aumentare il numero a circa 1,2 milioni, se necessario, con i riservisti. L’articolo continua qui >>> http://notizie.tiscali.it

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.