Tortura: SIULP si intimidiscono i poliziotti e si spiana la strada ai professionisti del disordine

Roma, 25 Mag 2017 – Parlamento rifletta su quanto accaduto a Manchester. Dichiarazioni del Segretario Generale Felice Romano. Mentre assistiamo a una serie di sanguinosi attentati in tutte le capitali Europee, mentre l’Europa resta basita nelle sue istituzioni e non accenna a nessuna reazione per formare un fronte unitario di tutti i Paesi per fronteggiare la follia omicida di questi stragisti, mentre Manchester e l’intero mondo sono ancora atterriti dall’ultima strage terroristica che ha colpito bambini innocenti in un momento di gioia, in Italia la politica anziché plaudire alla dedizione e alla professionalità delle sue Forze dell’Ordine, che sinora hanno evitato che follie simili si consumassero sul nostro territorio, la politica non trova nulla di meglio da fare che impiegare gran parte del suo tempo per approvare il reato di tortura. Un reato che se dovesse essere approvato così come sinora conosciuto, ben lungi dall’essere una evoluzione democratica e positiva del nostro diritto penale, poiché è solo una ghigliottina che intimidisce gli operatori delle Forze di Polizia e quelli delle Forze Armate, sarebbe in realtà una vera e propria intimidazione nei confronti di questi servitori dello Stato. Giacchè rappresenterebbe una vera e propria autostrada senza limiti di velocità per i professionisti del disordine e per gli stessi stragisti. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.siulp.it/tortura-siulp-si-intimidiscono-poliziotti-si-spiana-la-strada-ai-professionisti-del-disordine.html

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.