Minniti annuncia un «nuovo modello di sicurezza»

Roma, 28 mag 2015 – Il ministro dell’Interno promette il rilancio delle forze di polizia davanti alla platea del congresso nazionale del Coisp. Taormina blindata per il vertice del Gruppo dei Sette. Sabato il corteo dei No G7. La reazione del ministro dell’Interno italiano Marco Minniti alla strage di bambini di Manchester – che definisce «angosciante» e «raggelante» – viene esposta davanti alla platea del congresso nazionale del sindacato di polizia Coisp (che si è distinto negli ultimi anni per un attacco frontale alla madre di Federico Aldrovandi e alla sorella di Stefano Cucchi, tanto per inquadrare il contesto). Dopo aver esaminato le particolarità dell’attacco nella Manchester Arena (siamo di fronte, ha detto, ad «un’organizzazione più complessa» di quella dei “lupi solitari” visti in azione a Berlino, Londra, Stoccolma o Parigi; «è stato utilizzato l’esplosivo, e non sappiamo se gli attentatori abbiano agito da soli. Emergono inoltre collegamenti con la Libia»), e il nuovo scenario che si delinea da questa modalità di azione del terrorismo islamico («multiforme e a prevedibilità zero»), Minniti annuncia un «nuovo modello di sicurezza» italiano che prenda il posto di quello ormai obsoleto, «grosso modo lo stesso da 70 anni». E per farlo non si può «che partire dal rilancio delle forze di polizia nazionali, a partire dalla Polizia di Stato, e rafforzare il rapporto con i sindaci, che deve essere considerato strategico, perché sono loro a conoscere in maniera approfondita il territorio». L’articolo di Gilda Maussier continua qui https://ilmanifesto.it

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.