Un cecchino canadese uccide un membro dell’Isis da più di tre chilometri di distanza

Roma, 23 giu 2017 – Il mese scorso, un tiratore scelto canadese ha sparato e ucciso un combattente dell’Isis a una distanza di 3,540 km durante un’azione in Iraq. Il soldato ha dovuto considerare, oltre alla distanza, il vento, la curvatura della terra e altri fattori. Il proiettile ha raggiunto l’obiettivo in meno di dieci secondi. Una fonte militare ha detto al giornale canadese Globe and mail che il soldato fa parte della Task Force 2 e ha sparato dal tetto di un edificio. «Il cecchino è intervenuto per impedire un attacco dell’Isis alle forze irachene – spiega la fonte militare al giornale canadese – . Un intervento alternativo e più preciso all’utilizzo di una bomba che potrebbe causare vittime civili. Data la distanza del cecchino, i combattenti dell’Isis non si sono resi conto di quanto è accaduto». Dal 2016, il governo di Justin Trudeau ha deciso di non utilizzare attacchi aerei, ma di aumentare forze di terra impiegate in battaglia. L’articolo continua qui >>> www.lastampa.it

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Le news di forzearmate.eu corrono su whatsapp! Invia questo articolo ai tuoi colleghi/amici/contatti – usa l’icona whatsapp sotto (solo con smartphone).


Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.