URANIO E MALATTIE / Il militare Antonio Attianese non ce l’ha fatta. Per come siamo trattati, ne vale la pena morire nel 2017 per la Patria o lo Stato?

Roma, 24 giu 2017 – MORIRE PER LO STATO? E LO STATO COSA FA PER NOI? Il copione si ripete. Si muore nel silenzio di tutti. All’inizio negavano ma molti militari continuavano a morire. Mandati in zone di guerra, in mezzo alle bombe, senza il dovuto addestramento e senza protezioni e nozioni sanitarie. Il problema sembra non rigiuardarci, ci giriamo dall’altra parte e speriamo sempre che a noi non succede nulla. Invece se uno di noi si ammala o muore deve riguardarci, perche anche lo Stato non ci tutela. Ci abbandona al primo problema. Malpagati in Patria e abbandonati, tanto siamo in tanti e sostituibili. Nessuno e’ indispensabile. Segue articolo giornalistico.È scomparso, morto per il suo paese che l’aveva abbandonato,  Antonio Attianese, il militare che aveva denunciato di essersi ammalato a seguito di contatto con uranio impoverito durante le missioni militare. Aveva contratto un male incurabile mentre serviva il suo stato. Minacciato dai suoi superiori ed abbandonato da coloro che aveva protetto, la comunità di Sant’Egidio si è stretta intorno alla sua famiglia, rimasta con lui fino alla fine, senza mai abbandonare la speranza. Adesso invece devono preparare i funerali.

«Quando ho provato a chiedere i miei diritti sono stato minacciato. Mi hanno fatto sentire in colpa per essermi ammalato» denunciò Antonio a Striscia la Notizia. Poi il nulla, l’ex ranger è stato abbandonato alla sua lotta contro la malattia.

Aveva riferito l’accaduto anche alla Commissione Parlamentare, aveva riferito gli effetti che l’uranio impoverito aveva avuto non solo su di lui, ma su altri militari. Nulla, solo il silenzio, assordante come la peggiore delle bombe. Fonte: www.occhiodisalerno.it

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Le news di forzearmate.eu corrono su whatsapp! Invia questo articolo ai tuoi colleghi/amici/contatti – usa l’icona whatsapp sotto (solo con smartphone).


Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.