Attacchi hacker in Russia e Ucraina: colpita anche la centrale di Chernobyl

Roma, 27 Giu 2017 – di F. Q. – Un’ondata di attacchi hacker che ha travolto prima Ucraina e Russia, e poi è arrivata anche in Francia. Bloccati siti governativi e compagnie private e anche la centrale nucleare di Chernobyl. Secondo l’Agenzia nazionale per la gestione della zona contaminata, i sistemi interni tecnici della centrale “funzionano regolarmente” ma sono “parzialmente fuori uso” quelli che monitorano “i livelli di radiazione”. Il sito della centrale elettrica è inoltre inaccessibile. All’origine, ha spiegato un consigliere del ministero dell’Interno di Kiev, una versione del virus ransomware WannaCry, Cryptolocker, che aveva bloccato oltre 200mila computer in oltre 150 Paesi a maggio. E secondo l’Ucraina, gli attacchi proverrebbero dalla Russia. La Banca Centrale ucraina ha spiegato alla stampa locale come le principali compagnie del Paese siano colpite da un “massiccio attacco” di pirateria informatica. Tra queste ci sono Kievenergo, Ukrtelecom, Kievstar, Sberbank, NovaPochta, Oshadbank e Otpbank oltre ai computer del consiglio dei Ministri, della metropolitana di Kiev e delle ferrovie dello Stato. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/27/attacchi-hacker-in-russia-e-ucraina-colpita-anche-la-centrale-di-chernobyl/3690895/

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.