Il nuovo militarismo europeo

Roma, 27 Giu 2017 – di German Foreign Policy – La Commissione europea mercoledì scorso ha presentato il piano per un nuovo “Fondo di difesa UE” il quale avrà il compito di concentrare su di sé una parte delle spese per il riarmo degli Stati europei. Da diversi anni Bruxelles si lamenta del fatto che gli Stati europei, invece di unirsi per poter risparmiare i costi di sviluppo, portano avanti progetti militari paralleli che in gran parte prevedono l’acquisto o lo sviluppo di armi identiche. Cosi gli Stati UE dispongono di 37 diversi modelli di trasporto delle truppe, mentre gli Stati Uniti ne possiedono solo 9; 12 aerei cisterna europei si contrappongono ai 4 degli Stati Uniti. Se si vuole aumentare l’efficienza della spesa militare è necessario che la situazione cambi, e alla svelta. Il Fondo europeo di difesa, così come delineato dalla Commissione, intende promuovere, attraverso delle sovvenzioni, progetti militari multinazionali all’interno dell’UE. Così lo sviluppo di prototipi di armi sarà sovvenzionato per il 20% del suo costo, a condizione che vi prendano parte almeno 3 aziende e 2 Stati membri. Fino al 2020 ci sono 500 milioni di euro disponibili; dal 2021 sarà disponibile un miliardo di euro all’anno. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.eunews.it/2017/06/27/il-nuovo-militarismo-europeo/88845

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.