Riordino carriere Carabinieri. Codacons. Gravissimi danni ai neo marescialli

Roma, 27 Giu 2017 – Tutti i Marescialli usciti dalla Scuola di Firenze o da quella presso il Reggimento di Velletri potrebbero subire gravissimi danni – al pari dei colleghi con più anzianità di servizio – dall’attuazione dell’imminente riordino delle carriere. Il decreto, che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale a giorni, infatti, prevede un ingiustificato e quanto mai penalizzante allungamento delle carriere: se, attualmente, un neo maresciallo può ambire ad arrivare a ricoprire il grado apicale, M.A..S.U.P.S., dopo 16 anni di anzianità di servizio, dopo la riforma dovrà attenderne addirittura 25! Quale principio di valorizzazione delle carriere può trovare applicazione in un decennio di servizio in più? Era troppo rapida l’ascesa dei marescialli fino a qualche tempo fa oppure – come pare decisamente più probabile – il riordino prevede una maggiore permanenza nel grado senza alcuna ragione plausibile? Il CODACONS che da settimane sta approfondendo la vicenda – cercando di dare voce, anche mediaticamente, a chi pare non ne abbia a sufficienza in sede istituzionale – non riesce a comprendere come l’allungamento delle carriere di tutti gli ispettori, l’inserimento di un grado ex novo e l’introduzione del mero criterio temporale per la progressione di carriera possano in concreto migliorare l’attuale assetto dell’Arma dei Carabinieri. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.agenpress.it/notizie/2017/06/19/riordino-carriere-carabinieri-codacons-gravissimi-danni-ai-neo-marescialli/

(Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo)

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.