Riordino delle carriere. Una nuova delega per sanare vecchie sperequazioni. SARA’ LA VOLTA BUONA?

Roma, 15 dic 2018 – (Nostra introduzione) – LA PROMESSA DI QUESTO GOVERNO; ENTRO SETTEMBRE 2019 CI SARA’ UN NUOVO RIORDINO DI CORREZIONE. E’ DAL 1995 CHE CI RACCONTANO CHE SAREBBERO STATE SANATE LE SPEREQUAZIONI CREATE CON IL PRIMO RIORDINO DELLE CARRIERE. AD OGGI NON E’ STATO SANATO NULLA. CI SONO VECCHI MARESCIALLI CHE ANDRANNO IN PENSIONE DA MAR. CAPO O AL MASSIMO PRIMO MARESCIALLO. Una sperequazione che li ha penalizzati da oltre 20 anni. mentre agli ufficiali e’ stata concessa la dirigenza a TUTTI senza guardare in faccia a nessuno, sia se avevano la laurea, oppure se avevano le qualita’ professionali. Segue articolo del Sindacato UILPA della Polizia Penitenziaria. Com’è noto, con la conversione del c.d. “decreto sicurezza”, avvenuta con legge n. 132/2018, è stata rinnovata la delega al Governo affinché, entro il 30 settembre 2019 (nuovo termine fissato) vengano promulgate disposizioni integrative in materia di revisione dei ruoli del personale delle Forze di polizia, nonché correttive del D.Lgs. n. 95/2017 (ultimo riordino delle carriere).

Unitamente al rinnovo della delega, la stessa norma ha inoltre stanziato risorse economiche aggiuntive all’uopo finalizzate. Sulla materia, già in previsione dei recenti correttivi (per lo più formali) al D.Lgs. n. 95/2017, apportati con D.Lgs. n. 126/2018, era stato costituito presso il DAP un Tavolo paritetico di interlocuzione (composto da rappresentanti dell’Amministrazione ed esponenti delle Organizzazioni Sindacali della PolPen) con lo scopo di elaborare proposte di revisione e integrazione degli ordinamenti del personale del Corpo di polizia penitenziaria tali da costituire anche le rivendicazioni da sostenere nel confronto con le altre Amministrazioni interessate, oltre che la base per le richieste al Governo.

Nelle numerose riunioni tenutesi, dopo attente valutazioni del quadro normativo di riferimento e guardando agli obiettivi di medio periodo, il Tavolo ha elaborato un primissimo documento di sintesi su cui incentrare le ulteriori riflessioni e proiezioni, ben conscio che non si tratti di un traguardo, bensì di una linea di partenza su cui costruire le future rivendicazioni anche in ragione della ripartizione delle risorse disponibili e dell’evoluzione della materia, soprattutto in tema di dirigenza della Polizia Penitenziaria (c.d. “dirigenza unica”).

Alleghiamo pertanto il documento di sintesi fin qui elaborato, ribadendo che il confronto proseguirà incessante in sede tecnica subito dopo la pausa dovuta alle festività natalizie.

Sintesi delle proposte emerse nell’ambito del Tavolo di confronto paritetico del 18 settembre 2018 – Qui il documento in pdf.

Fonte: www.polpenuil.it

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.