Pagamento licenza ordinaria maturata e non fruita. Cessazione del rapporto di impiego per motivi disciplinari.

Roma, 16 dic 2018 – (Nostro servizio) – IN CASO DI CESSAZIONE DAL SERVIZIO PER MOTIVI DISCIPLINARI, NON VA PAGATA LA LICENZA ORDINARIA NON FRUITA. RIMANE DA VALUTARE SOLO SE ALL’INTERESSATO CONVIENE PRESENTARE UN RICORSO AMMINISTRATIVO AL TAR. E’ di questo tenore la circolare diffusa da SME con foglio nr. 0248528 del 12.12.52018. Al riguardo, lo SME rappresenta che la Direzione Generale per il personale Militare, interessata in merito al caso di un militare in spe, il cui rapporto di impiego è cessato per motivi disciplinari dopo essere incorso nella perdita del grado per rimozione, ha riconosciuto che la descritta fattispecie rientra tra i comportamenti attivi del personale, ribadendo, per il caso di specie, il divieto di monetizzazione della licenza ordinaria. Segue stralcio della circolare.

 

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 11
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.