TRENTA / Chi tocca un Carabiniere tocca lo Stato. Servono maggiori tutele. A Roma ho visto un comportamento esemplare, gli darò un encomio!

Roma, 17 dic 2018 – “REAZIONE ESEMPLARE, GLI DARO’ UN ENCOMIO. HANNO COLPITO LO STATO”. Cosi’ il Ministro della Difesa durante l’intervista rilasciata al Messaggero. (Segue nostro punto di vista). Va aggiunto comunque che bisogna dare piu’ tutele al personale di servizio sulle strade, che per difendersi o fare rispettare la legge,  interviene usando l’arma in dotazione. Non e’ un bel vedere il carabiniere che rappresenta lo Stato, scappare di fronte a dei facinorosi che cercano di colpirlo gravemente, mentre un tedesco veniva malmenato. L’uso dell’arma in questo caso deve essere legittimata dalla legittima difesa. Oggi questo Carabiniere viene indicato giustamente come un bravo operatore. Cosa invece che non succede quando in vista dell’imminente pericolo spara, o c’e’ un ferito, un morto, o uno ammanettato con la forza (vedasi l’esempio dei due militari che cercavano in stazione di ammanettare un uomo). Quindi sembra che i Carabinieri o Poliziotti siano da elogiare solo quando non succede nulla; cioe’ quando scappano dal pericolo e nessuno si fa male. Non credo che la legge funzioni cosi’). Segue intervista al Ministro del Messaggero.

L’articolo lo puoi leggere meglio collegandoti qui e anche ingrandirlo >>>

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 57
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.