GRADUATI ESERCITO / Effettuati 1058 ricongiungimenti familiari nel 2018

Roma, 27 dic 2018 – ​Nel 2018 è stato possibile accogliere, sulla base di criteri di trasparenza e meritocrazia 1.058 richieste di trasferimento da parte dei graduati dell’Esercito, con un incremento pari al 5% rispetto al 2017.

Un processo attuato nell’ambito della disponibilità espressa da detto personale al movimento presso sedi loro gradite e all’avvicendamento reciproco, sempre coniugando le esigenze organico funzionali della Forza Armata con le aspirazioni di impiego e professionali dei militari, e che ne permetterà, di fatto, il ricongiungimento con i propri affetti e/o avvicinamento ai luoghi di loro interesse.

Proprio agli uomini e le donne in divisa, elemento centrale dell’Esercito e che da sempre operano con diuturno impegno, senso di sacrificio e grande professionalità, è dedicata la più importante delle cinque linee programmatiche che il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, e l’intera Forza Armata, intendono portare avanti. In tale ambito, la complessità di questa sfida si sostanzia nel garantire il giusto bilanciamento tra gli ineludibili compiti istituzionali a salvaguardia dell’operatività dello strumento militare e le legittime aspirazioni individuali e familiari dei militari, il tutto affrontando, contestualmente, altre importanti tematiche come quelle riferite al ringiovanimento, alla valorizzazione e al benessere di tutto il personale dell’Esercito.

In tale direzione, si inquadra, ad esempio, lo sviluppo della pianificazione triennale d’impiego del personale maggiormente soggetto a trasferimenti e quella degli impegni operativi delle unità su base quadriennale. Un’iniziativa volta a far conoscere ad ogni singolo individuo le proprie prospettive di impiego per un arco temporale di 3-4 anni, in modo da conciliare al meglio le esigenze di servizio con quelle individuali e familiari. Altra misura indirizzata ad accrescere il livello di benessere è quella volta a incrementare la disponibilità di alloggi di servizio, e che ha visto, nei mesi scorsi, la consegna di 20 nuove unità alloggiative presso il Complesso Logistico Castro Pretorio “Pio IX” a favore di militari soggetti a pendolarismo settimanale nella sede di Roma, nonché di ulteriori 9 alloggi di servizio collettivo in Cesana Torinese (TO), destinata agli effettivi della Brigata “Taurinense”.

Inoltre, nell’ottica di valorizzare le competenze dei Graduati più anziani, si stanno attuando varie strategie volte a prevederne l’impiego in incarichi di maggiore profilo e in linea con l’expertise maturata.
L’Esercito, nell’intima convinzione che i propri uomini e donne rappresentino la risorsa più preziosa, aggiorna da sempre – nell’ambito del vigente dettato normativo – i criteri e le procedure d’impiego del personale, operando secondo principi di meritocrazia, trasparenza e partecipazione e nell’ottica di assicurare un equilibrato contemperamento tra le esigenze di servizio e le legittime aspettative del singolo soldato.

http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Effettuati-1058-ricongiungimenti-familiari_181221.aspx

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 36
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.