PENTAGONO ITALIANO, NIENTE DI FATTO / La Manovra cancella il sogno del precedente governo a guida PD del “Pentagono Italiano” (a Centocelle di Roma)

Roma, 30 dic 2018 – IL PENTAGONO ITALIANO? BLOCCATO SUL NASCERE IL PROGETTO VOLUTO DAL PRECEDENTE MINISTRO DELLA DIFESA ON. PINOTTI E SOSTENUTO DAL SUO GOVERNO. UN’OPERA DI CEMENTIFICAZIONE DI CENTOCELLE CHE PREVEDEVA COSTI FARAONICI PER UN ESERCITO DI SOLI 160.000 UOMINI. Le Forze Armate italiane hanno bisogno di altro per garantire la loro sopravvivenza. Manca di tutto, dalle divise agli armamenti, alle infrastrutture delle caserme che si scrostano, dal personale di basso rango pagato male, gestito peggio e trattato senza nessuna considerazione di sorta dagli ufficiali. E noi  pensiamo al pentagono, quale “sogno” italiano? Ne dobbiamo fare di strada prima di sentirci tutti parte di un esercito ben curato, ben considerato e ben addestrato. La dice lunga la frase: siamo tutti parte di una stessa famiglia, che rimbomba spesso durante riunioni di servizio al completo. E comunque, per gestire qualche missione all’estero e l’impegno di strade sicure va bene come sono strutturati ora. I soldi che siano impegnate per cose piu’ urgenti e utili ai cittadini. I Generali possono attendere. Segue articolo di stampa di Paolo Emilio Russo su tiscali.itLanciato un anno e mezzo fa dall’allora ministra della Difesa Roberta Pinotti, il progetto di un comando unificato sul modello del Dipartimento per la sicurezza americano situato dentro all’aeroporto di Centocelle viene ufficialmente accantonato. “Non l’abbiamo considerata una opportunità strategica”, spiega il premier Giuseppe Conte. Era già stato finanziato. Sul comparto Difesa risparmi per 500 milioni, ma M5s e Lega non decidono sugli F35.

E’ durato soltanto un anno e mezzo il sogno “americano” di realizzare il “Pentagono italiano”. A mettere una pietra tombale sul progetto che fu lanciato il 1 marzo del 2017 dall’allora ministra della Difesa Roberta Pinotti è stata la legge di Bilancio 2019 che è stata licenziata, con voto di fiducia, dalla Camera dei deputati. “Abbiamo accantonato il progetto del cosiddetto Pentagono italiano. Abbiamo considerato che quella opportunità non fosse così strategica”, ha anticipato Giuseppe Conte, presidente del consiglio, nel corso della conferenza stampa di fine anno. “Dalle spese militari abbiamo recuperato 500 milioni”, ha rivendicato.

Il comparto Difesa, in effetti, ha subito una bella dieta dimagrante che ha consentito a M5s e Lega di finanziare le misure-bandiera che avevano promesso in campagna elettorale. L’idea di realizzare un unico centro dentro al quale coordinare tutte le attività delle Forze Armate sul modello proprio del quartiere generale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, a due passi dalla Casa Bianca, a Washington, era venuta all’esponente del Pd. “Stiamo già progettando il Pentagono italiano: abbiamo presentato una prima richiesta all’interno del budget per le infrastrutture previsto dalla Legge di Stabilità”, disse meno di due anni fa. La struttura doveva avere sede nell’ex aeroporto di Centocelle, nella periferia Sud di Roma. Lì un tempo partivano gli aerei, poi quello spazio enorme a ridosso del centro della città è stato trasformato in una base operativa. “A Centocelle abbiamo già trasferito dal centro storico le 1500 persone della Direzione generale degli armamenti e lì c’è il Coi, il comando operativo che gestisce tutte le missioni all’estero e in Italia”, sottolineava l’ex ministra dem. Da molti anni è lì la “situation room” italiana, il luogo dove si coordina il lavoro delle missioni all’estero e i generali ascoltano i militari sul campo. “Si è pensato di costruire la struttura con i vertici di tutte le forze armate:; spazi e cubature sono disponibili, abbiamo ipotizzato strade e infrastrutture”, rivelò in una intervista a La Repubblica. L’articolo continua qui >>> https://notizie.tiscali.it

 

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 20
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.