L’ESERCITO PRONTO AD INTERVENIRE A CASTEL VOLTURNO, SI ATTENDE LA DECISIONE DEL MINISTERO DELL’INTERNO

Roma, 20 gen 2019 – Il Ministro della Difesa ha manifestato la sua disponibilità ad inviare nuovi militari nel Casertano. L’esercito è già impegnato nell’ambito dell’operazione ‘Strade sicure’, ma con il benestare del ministero dell’Interno la decisione potrebbe diventare operativa, con l’impiego di circa 200 unità.

Lo ha detto il ministro della Difesa Elisabetta Trenta rispondendo ad un’interrogazione al question time alla Camera sulla possibilità di un ulteriore invio di soldati nell’area per supportare le forze di polizia nel contrasto alla mafia nigeriana.

“Ferma restando la competenza primaria del Ministero dell’Interno sulla valutazione in merito a un’eventuale rimodulazione di tale dispositivo, anche in senso incrementale, nell’area in questione – ha detto il ministro – confermo la disponibilità del mio dicastero a supportare eventuali determinazioni in tal senso, nel rispetto del tetto massimo di unità impiegate nell’operazione stabilito dal decreto interministeriale Interno-Difesa”.

Mafia Nigeriana. Il Ministro pronto ad inviare 200 militari

IL PARERE DI FORZA NUOVA

Roberto Fiore: “Esercito a Castel Volturno? Inadeguate le regole di ingaggio, comizio di Forza Nuova il 27 gennaio” – Oggi, dopo le recenti, eclatanti inchieste, parlano un po’ tutti di Castel Volturno, capitale della mafia nigeriana. Forza Nuova può dire però, senza timore di smentita, di essere già da tempo molto attenta alla questione.

Due anni fa, erano i primi giorni di gennaio, ci avvicinammo, infatti, alla città chiamati da un gruppo di famiglie italiane che rischiavano di essere sfrattate da un sindaco che, immerso nell’illegalità, pensava di mantenere luna parvenza di legalità a danno di chi si trovava a vivere, per estrema necessità, nei fatiscenti alloggi del villaggio Coppola.

Sul posto, ci rendemmo conto che la zona era il centro di una criminalità silenziosa e assassina che coinvolgeva direttamente nei suoi affari di droga, traffico d’organi, prostituzione e caporalato migliaia di nigeriani in stato di schiavitù, ma il sindaco, uomo assolutamente inadeguato a far fronte alla situazione, era immobile di fronte al disastro.

E ricordo il mio comizio del 25 febbraio dello stesso 2017 in cui chiesi l’intervento deciso dell’Esercito, a cui invitai, senza ricevere risposta, Salvini e la Meloni, piazza del comizio nei pressi della quale furono poi ritrovati un ordigno con timer e alcuni cartelli dal contenuto minaccioso contro Forza Nuova.

Dopo altre visite e interventi, pochi giorni fa, in seguito alla notizia sulle clamorose inchieste in corso, anche americane, sulla capitale della mafia nigeriana, ho ritenuto opportuno scrivere allo stesso Salvini per chiedere espressamente che si adoperasse per l’intervento dell’Esercito in quel territorio sottratto allo Stato (http://www.larampa.it/…/castel-volturno-fiore-scrive-a-sa…/…

).

Giunge, infine, la notizia, dopo il question time della Meloni alla Camera, che il Ministro della Difesa manderà 200 militari.

L’Esercito si muove, dunque, ma farà quello che Forza Nuova chiede? Saranno 200 uomini che bloccano chi delinque, chi spaccia, chi opera terrorizzando donne e bambini e si scoveranno, forse, gli studi medici dove si sezionano donne e bambini per impossessarsi dei loro organi?

No, le regole di ingaggio saranno da cartolina, si tratterà di uno spot o poco più: bravi soldati pronti a tutto, ma che non potranno fare nulla perché l’ordine è di non intervenire.

Quando, invece, come aveva chiesto Forza Nuova, servirebbe “una vasta operazione militare i cui obiettivi strategici sono la tutela di donne e minori e la distruzione della mafia nigeriana nel suo santuario più importante”, un’operazione a deciso supporto di altri necessari provvedimenti, indispensabili per ripristinare l’ ordine civile: “commissariare il Comune di Castel Volturno.

Espellere tutti i cittadini nigeriani e degli altri Paesi dell’Africa occidentale sprovvisti di permesso o che, seppure legalmente residenti, abbiano commesso reati legati alla droga e/o all’esercizio o allo sfruttamento della prostituzione. Controllare lo status di centinaia di africani che hanno ottenuto la cittadinanza in modo fraudolento”.

Forza Nuova, dunque, non si accontenta e non molla: tornerò il 27 gennaio a Castel Volturno per un comizio di sfida alla mafia nigeriana ed ai poteri politici che la proteggono. Roberto Fiore

SEGUE VIDEO…..

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 330
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.