SOSTITUITO il Senatore De Falco (Capitano di fregata della Marina Militare). Un senatore sambenedettese al posto del militare espulso dai grillini

Roma, 20 gen 2019 – E’ NORMALE CHE CHI DISSENTE MA POI NON SI ADEGUA ALLA DEMOCRAZIA DEI NUMERI – IL VOTO DELLA MAGGIORANZA, DEL GRUPPO DI APPARTENENZA – POI E’ FUORI. Il dissenso deve sempre fare i conti con il voto. Se si va oltre e’ giusto uscire e guardare altrove. Segue articolo di stampa. Per un Gregorio De Falco che va, un Giorgio Fede (M%S) che entra. Proprio così: il senatore sambenedettese sostituisce il capitano di fregata, divenuto celebre per la telefonata con il comandante Francesco Schettino la notte del naufragio della Costa Concordia. De Falco, candidato nei Cinque Stelle alle ultime elezioni ed espulso di recente dal Movimento, ha lasciato libero il posto in commissione lavori pubblici, cedendo la poltrona proprio a Fede. Il parlamentare marchigiano, inizialmente assegnato alla commissione difesa, ha svolto gli ultimi adempimenti nella giornata di mercoledì per poi effettuare lo spostamento. Dal portale >>> www.lanuovariviera.it

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 16
  •  
  •  
  •  

One thought on “SOSTITUITO il Senatore De Falco (Capitano di fregata della Marina Militare). Un senatore sambenedettese al posto del militare espulso dai grillini”

  1. va bene così, ho, sin dall’inizio disapprovato il De Falco senatore e glielo dissi sin dall’inizio che doveva starsene al suo posto, la politica non era per lui, stava facendo bene il suo compito nella marina, ora ha preso pesci in faccia e gli sta bene, cosa credeva di fare o cosa credeva che poteva liberamente dire, come col capitano che ha fatto <> all’isola del Giglio, che lo ha preso per cazzone per quello che aveva combinato, consiglio a De Falco di fare domanda e riprendere il suo vecchio incarico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.