Rinnovo Contratto di lavoro Statali triennio 2019/2021: ultime notizie su sblocco e aumenti

Roma, 16 feb 2019 – DAL 1° GENNAIO 2019 E’ SCADUTO IL VECCHIO CONTRATTO DI LAVORO PER MILITARI E STATALI IN GENERALE. Quanto prima bisogna tornare a parlare di rinnovo parte economica e normativa. Nel mondo del lavoro in Italia si parla solitamente di lavoro presso privati, lavoro autonomo quando si lavora per conto proprio e lavoro presso il pubblico impiego, ovvero alle dipendenze dello Stato. Un tempo il cosiddetto “posto fisso” statale era considerato un porto sicuro. Oggi senza dubbio il pubblico impiego assicura non poche garanzie ai lavoratori, tuttavia però le risorse dello Stato scarseggiano rispetto al passato. Questa è la ragione per cui si è registrato in questi ultimi anni un blocco delle assunzioni e pochi aumenti di stipendio. A ciò si sono aggiunte anche alcune questioni controverse sul rinnovo dei contratti statali e sugli arretrati.

Vediamo quindi quali sono le ultime notizie relative allo sblocco delle assunzioni e sugli aumenti del contratto degli statali per l’anno 2019. Scopriamo inoltre quando avverrà il rinnovo del contratto per il pubblico impiego e quando e se arriveranno gli arretrati.

Ultime notizie su sblocco e aumenti del contratto statali 2019

Per quanto riguarda il Contratto dei dipendenti Statali per il 2019 le notizie non sono del tutto positive: non ci saranno infatti aumenti superiori ai 40 euro al mese lordi. Queste sono le ultime affermazioni rilasciate dalla ministra della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno.

Tuttavia i sindacati non sembrano essere soddisfatti delle risorse predisposte dalla legge di bilancio 2019 che appaiono insufficienti per sanare una serie di situazioni irrisolte da tempo nell’ambito del pubblico impiego. Altri aumenti, ha affermato la ministra in risposta ai sindacati, avverranno nei successivi due anni con la manovra economica prevista per il 2020.

Per quanto riguarda il rinnovo bisognerà ancora aspettare in quanto mancano le risorse economiche necessarie. Attualmente con la manovra di bilancio sono stati stanziati 1,1 miliardi di euro nel 2019, 1,4 miliardi nel 2020 per arrivare a 1,8 miliardi circa. Degli 1,1 miliardi del 2019 250 milioni di euro sono stati pertanto riservati al mini-bonus di circa 20 euro al mese garantito dall’ultimo rinnovo del contratto ai dipendenti statali con un reddito inferiore a una determinata soglia.

In attesa quindi del futuro rinnovo i dipendenti pubblici riceveranno un’indennità pari allo 0,42%, ovvero circa 8 euro al mese, che nel mese di luglio diventerà di circa 14 euro al mese. L’aumento nel complesso non arriverebbe quindi a 50 euro ed è stato calcolato considerando la retribuzione media dei dipendenti pubblici che si attesta intorno ai 32.600 euro annui. Si arriverebbe quindi intorno ai 48,90 euro in più entro il 2021 facendo riferimento alla manovra in atto.

Questo aumento come noto non soddisfa le richieste dei dipendenti pubblici e dei loro sindacati in quanto speravano tutti in un aumento  decisamente maggiore. L’articolo completo continua qui >>> www.correttainformazione.it

Potrebbe interessarti

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 42
  •  
  •  
  •  

One thought on “Rinnovo Contratto di lavoro Statali triennio 2019/2021: ultime notizie su sblocco e aumenti”

  1. così i contratti da biennali che furono diventano triennali x2_Un contratto ogni 6 anni e con miseri aumenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.