CASO HITLER/COCER. I Delegati del CO.CER. chiedono al Ministro della Difesa di Ritirare la delega sui rapporti con la rappresentanza militare al Sottosegretario TOFALO

Roma, 26 feb 2019 – FINTO HITLER COMMENTA SINDACATI MILITARI E COCER / IL CASO DEL FILMATO DISCUSSO AL CO.CE.R.. COMUNICATO STAMPA E DELIBERE. “In riferimento al video di cattivo gusto pubblicato dal sottosegretario alla difesa che ritrae Hitler ridicolizzare vertici militari, Rappresentanza militare e personale rappresentato il Co.ce.r Interforze non poteva rimanere indifferente. Negli anni ’70 migliaia furono i militari che si mobilitarono per avere una legge dei principi della disciplina militare e per avere una rappresentanza a tutela dei militari e proprie famiglie.

Quando fu istituita la Rappresentanza militare il Sottosegretario non era ancora nato e non avendo svolto il servizio militare è possibile che non si sia reso conto della grave offesa arrecata all’onore e al prestigio della Rappresentanza e del personale rappresentato.

Ci si chiede se lo ha fatto in modo inconsapevole o in modo cosciente. In entrambi i casi la sua carica è considerata dal personale rappresentato, non appropriata. Di ciò il Governo dovrebbe prenderne atto”. Cosi’ il delegato CO.CER. Antonello Ciavarelli (Guardia Costiera – Marina Militare).

Il filmato diffuso lo trovi qui >>> www.forzearmate.eu


SEGUONO DELIBERE E ALTRO COMUNICATO COCER

 

Delibera n° 15/XII del 26 febbraio 2019

OGGETTO: Richiesta ritiro della delega “rapporti con la Rappresentanza Militare” al Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Angelo TOFALO.

IL Co.Ce.R.

Premessa:

Esprime rammarico e stupore per il tenore del post diffuso venerdì 22 febbraio 2019 alle ore 14:06 sulla pagina Facebook [ https://www.facebook.com/446967395415731/posts/1839983706114086?sfns=mo ] dal Sottosegretario di stato alla Difesa On. Angelo TOFALO con il quale è stato vilipeso questo organismo legittimamente eletto da 350.000 uomini e donne delle Forze Armate e Forze di Polizia ad Ordinamento Militare.

Associare le nostre uniformi, come ha fatto il Sottosegretario con delega alla Rappresentanza Militare On. Angelo Tofalo, a figure, quali i nazisti, condannate dalla storia come carnefici del genere umano, xenofobi, razzisti… per i quali nessun tribunale è riuscito concretamente a sanzionarne l’atrocità e abominio dei gesti, evidenzia una scarsa sensibilità nei confronti dei militari che negli anni hanno sacrificato il bene prezioso della vita, per garantire a tutti, anche il Sottosegretario Tofalo,  piena libertà di espressione.

Considerato che:

  • il Consiglio Centrale di Rappresentanza dei Militari ha anche lavorato negli anni affinché ci fosse uno strumento funzionale che potesse rappresentare fattivamente il personale militare come sentenziato dalla Corte Costituzionale in una prospettiva di associazionismo a carattere sindacale;
  • il Consiglio Centrale di Rappresentanza dei Militari, che è una parte del Paese, anzi della Nazione volendo innalzare la nostra amata Italia a rango che le appartiene, è il legittimo rappresentante eletto democraticamente da ben 350.000 uomini e donne, attraverso un sistema elettivo molto severo articolato su tre livelli e che da otto mesi ha svolto intenso e proficuo lavoro a tutela del Personale;
  • il Sottosegretario di Stato alla Difesa con delega ai rapporti con la Rappresentanza Militare On. Angelo TOFALO di fatto, in otto mesi di Governo, non ha mai incontrato il COCER né tantomeno svolto nessuna attività o chiesto pareri su argomenti specifici come ad esempio quello sugli Alloggi;
  • i contenuti oltraggiosi condivisi e commentati dal Sottosegretario on. Angelo Tofalo umiliano il COCER e il Personale militare tutto;

 

D E L I B E R A:

  1. di chiedere al Ministro della Difesa, Dott.ssa Elisabetta Trenta, di ritirare la delega per i rapporti con la Rappresentanza Militare al Sottosegretario di Stato alla Difesa On. Angelo TOFALO;
  2. di chiedere all’Autorità affiancata se intende interessare l’Autorità Giudiziaria per valutare possibili eventuali aspetti di rilevanza penale per i reati che quest’ultima potrà ravvisare;
  3. di chiedere in merito una riunione urgente con il Ministro della Difesa, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, i Capi di Stato Maggiore di Forza Armata e dei Comandanti Generali;
  4. di approvare il Comunicato Stampa in allegato in cui si esprimono i sentimenti di questo alto Consiglio di Rappresentanza.

 

La presente delibera inviata a stralcio verbale è approvata all’unanimità.

 

IL SEGRETARIO IL PRESIDENTE
P.M. Marco CICALA Gen. B. Giancarlo TROTTA
ALLEGATO ALLA DELIBERA 15/XII del 26 febbraio 2019

COMUNICATO STAMPA

Un gesto che non ha precedenti nella storia della Repubblica. I militari non possono e non devono essere posti al centro di bagarre politiche strumentali e chissà con quali secondi fini. Il COCER Interforze esprime sentimenti di rammarico e stupore per il video, a dir poco preoccupante, inadeguato e inopportuno, divulgato sul profilo pubblico del Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo che ricordiamo avere la delega ai rapporti con la Rappresentanza Militare e che, dallo scorso 12 luglio, non ha mai incontrato. È anzitutto inaccettabile, anche se semplicemente per “banale” ironia, che i militari vengano accostati ad un sistema strutturale nazista; così facendo il Sottosegretario ha intrinsecamente offeso “tutti gli uomini e le donne della Difesa, di ogni latitudine e di ogni grado” a cui ha rivolto “ironicamente” la diffusione del video.

Ricordiamo al Sottosegretario Tofalo che, ricoprendo egli un ruolo istituzionale, il video da lui pubblicato e successivamente condiviso ha assunto inevitabilmente un valore “istituzionale” nei contenuti, nella forma e nella sostanza. Alle “accuse” contenute nell’ “ironico” video, questo Consiglio, che a suo dire fa parte di un “Paese non più abituato alla satira” e composto da “poveri analfabeti”, sta rispondendo con fatti e con numeri, svolgendo un intenso lavoro volto alla difesa dei diritti di tutto il personale in divisa.

L’80% del personale che fa parte dell’attuale Consiglio Centrale di Rappresentanza è nuovo a tale attività, e tutti democraticamente eletti con voti veri e non con dei like sui Social, secondo la vigente normativa da ben 350mila tra donne e uomini in divisa.

Fino a quando una nuova legge non sancirà la nascita delle nuove realtà sindacali che lavoreranno unicamente per il bene dei militari, gli organi di Rappresentanza attuali continueranno a lavorare con l’usuale spirito di sacrifico e abnegazione.

In tale contesto, con atto deliberativo, il COCER ha chiesto formalmente al Ministro della Difesa che vengano immediatamente ritirate al Sottosegretario Tofalo le deleghe con la Rappresentanza Militare, essendosi ormai reso impossibile, rompendo un patto fiduciario dopo tali esternazioni, un rapporto di serena e fattiva collaborazione che abbia come unico scopo LA TUTELA DEL PERSONALE MILITARE!

ROMA Lì 26 febbraio 2019

FIRMATO

Il COCER INTERFORZE

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.