AL SERVIZIO DEI CLANDESTINI? Mare Jonio, Viminale: “Chiaro intento di portare clandestini in Italia”. Salvini: “Conto su arresto responsabili della nave”

Roma, 23 mar 2019 – LA LEGGE UMANA E QUELLA DEL MARE OBBLIGANO AL SALVATAGGIO DELLE PERSONE IN DIFFICOLTA’. DETTO QUESTO, I NAUFRAGHI DOVRESTI PORTARLI NEL PORTO SICURO PIU’ VICINO, E NON NEL PORTO PIU’ DISTANTE, CHE IN QUESTO CASO COINCIDE CON L’ITALIA. Da qui l’idea del Ministro che si tratta di una provocazione per superare i divieti imposti dal Governo italiano. Segue articolo di OFCS Report. La nave Mare Jonio ha disobbedito per ben due volte all’ordine della Guardia di Finanza di spegnere i motori. Era più vicina a Libia e Tunisia ma ha fatto rotta verso l’Italia, sottoponendo gli immigrati a un viaggio più lungo. La nave non ha avvisato Malta e ha disobbedito alle indicazioni della guardia costiera libica. Sono gli elementi emersi fino a questo momento, secondo il Viminale, a carico della nave Mare Jonio di Mediterranea Saving Humans, con 49 migranti a bordo soccorsi ieri e ora ferma davanti a Lampedusa con divieto di attracco al porto. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha convocato un tavolo permanente composto da esperti e Forze di Polizia per valutare la situazione anche alla luce della direttiva emanata ieri sera.

“Chiaro intento di voler portare in Italia immigrati clandestini”

E proprio secondo le valutazioni del tavolo permanente al Viminale, fino ad ora sarebbero emersi  elementi che dimostrano “il chiaro intento di voler portare in Italia immigrati clandestini. Nelle ultime ore, a conferma che la presenza di navi Ong è un incentivo alle partenze, si sarebbe verificato un naufragio davanti alla costa di Sabrata”. L’articolo completo continua qui >>> https://ofcs.report

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 41
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.