CORRETTIVO AL RIORDINO DEI GRADI DEL 2017 / RIPARTE LA DISCUSSIONE CHE DOVRA’ REALIZZARSI ENTRO FINE ANNO 2019 (Il detto ci ricorda che senza soldi non si dice messa. Significa che il personale si aspetta anche un aumenti dei parametri economici).

FONTE: NSP.

Roma, 23 mar 2019 – SECONDO NOI, IL CORRETTIVO DOVREBBE PASSARE ANCHE DA UN MIGLIORAMENTO DEI PARAMETRI ECONOMICI PER TUTTI. DARE AL GRADO APICALE DEL PERSONALE NON DIRETTIVO DELLA POLIZIA E DELLE FORZE ARMATE IL PARAMETRO 150 E A SCENDERE ADEGUARLI TUTTI. Questo del parametro al 150 e conseguente aumento degli altri era gia’ in discussione. perche’ abbandonarlo?  Correttivi riordino – le proposte e le osservazioni del Sindacato della Polizia NSP. Nell’ambito della delega governativa aperta, con scadenza 30/09/2019,  finalizzata all’ adozione di ulteriori disposizioni
integrative e correttive del Riordino delle Carriere approvato con D.Lgs. 95/2017, questa O.S. dopo attenta analisi e confronto, ha formalizzato le sue osservazioni e le sue proposte, attraverso una sintesi delle istanze e delle richieste pervenute dal personale della Polizia attraverso i canali di confronto attualmente amministrati e gestiti dal Nuovo Sindacato di Polizia.

La relazione firmata dal Segretario Generale Roberto Intotero, è state elaborata con l’intento di tutelare in via prevalente, gli interessi generali collettivi del ruolo Agenti/Assistenti, tenendo conto delle criticità oggi esistenti, cercando un alternativa valida agli scompensi e le sperequazioni che le norme della fase transitoria, stanno creando tra il personale, prioritariamente del ruolo agenti assistenti.

Il riferimento è rivolto i primo luogo agli attuali concorsoni per l’accesso alla qualifica di vice sovrintendente, i quali, a parere di questa O.S. costituiscono una vera e propria “offesa” alla meritocrazia, ovvero procedure che mortificano costantemente la dignità di migliaia e migliaia di Agenti di Polizia per le modalità, tutt’altro che imparziali, che tale “pseudo” forma di reclutamento ha stabilito.

La preannunciata ulteriore semplificazione dei predetti concorsi da parte dell’amministrazione, auspicata da taluni sindacati, con le conseguenti modifiche delle categorie di titoli ammessi a valutazione e dei relativi punteggi, sarebbe del tutto inaccettabile, per la semplice ragione che allo stato attuale, ogni minimo cambiamento delle regole in gioco, sarebbe considerato parziale, senza dubbio foriero di enorme malcontento, e visto come un atto iniquo da tutti coloro che dalle predette modifiche sarebbero eventualmente penalizzati, alimentando così una  “lotta tra poveri” francamente “indegna” per un amministrazione come quella della Polizia di Stato.

Per non parlare della fase “a regime” che garantirà l’avanzamento per il 70% dei posti ad assistenti capo prossimi alla pensione (33/35 anni di servizio) mediante uno scrutinio per merito comparativo, e per il restante 30% dei posti prevede concorsi interni riservati ad Agenti con un età non superiore 40 anni, lasciando così privi di qualsiasi aspettativa tutta la fascia intermedia degli agenti (15/30 anni di servizio) ovvero un popolo di oltre 35.000 poliziotti. Un sistema di avanzamento che non facciamo fatica a giudicare “penoso” prima ancora che illegittimo.

Per tali motivi, questa O.S. è giunta alla determinazione che per garantire le medesime aspettative di carriera a tutto il personale non vi sia altra soluzione che adottare un modello di avanzamento che garantisca l’accesso alle selezioni per la qualifica di sovrintendete indistintamente per tutti al compimento di una determinata anzianità di servizio. L’articolo continua qui >>> www.nsp-polizia.it

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 45
  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “CORRETTIVO AL RIORDINO DEI GRADI DEL 2017 / RIPARTE LA DISCUSSIONE CHE DOVRA’ REALIZZARSI ENTRO FINE ANNO 2019 (Il detto ci ricorda che senza soldi non si dice messa. Significa che il personale si aspetta anche un aumenti dei parametri economici).”

  1. E’ incredibile che per l’idoneita’ alla qualifica di primo lgt, nonostante io abbia fatto con aliquota 31/12/2018 ,12 anni da primo maresciallo dal 1° gen 2006 con documentazione caratteristica sempre eccellente a meno di un rapporto informativo di 3 mesi molto buono del 2017 , sia stato ritenuto non idoneo. Sono stati ignorati 35 anni di carriera x un rapporto informativo di tre mesi. Ringrazio tanto il legislatore e i nostri delegati cocer x la GRAVE INGIUSTIZIA. LGT MASTROROCCO PASQUALE.

  2. Io avevo intuito subito la gravita’ delle norme per essere promossi primi luogotenenti. per legge bisogna avere gli ultimi tre anni completamente eccellenti. e negli ultimi due anni non aver preso puniziioni piu’ gravi della consegna semplice. DUE PILASTRI CON I QUALI I COMANDANTI POTRANNO SOTTOMETETRE IL MARESCIALLO ANZIANO. PENA LA NON PROMOZIONE A VITA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.