Difesa: generale Graziano a “la Repubblica”, in questo settore la Brexit è già iniziata

Roma, 25 mar 2019 – IL GEN. GRAZIANO PER UNA DIFESA EUROPEA. (Agenzia Nova) – Non c’è un’alternativa all’Unione europea e a un’Unione europea della Difesa. Ma può essere realizzata solo condividendo e comprendendo risorse e missioni comuni. Lo ha detto in una intervista a “la Repubblica” il generale Claudio Graziano, che ha guidato le Forze armate italiane e ora è il presidente del Comitato militare della Ue, l’organismo che gestisce la nascita dell’Europa della Difesa. Il generale parla di quanto manchi alla nascita di un vero esercito europeo.
Il cammino – dice – è ripreso da poco. Con i padri fondatori negli anni 50 siamo stati molto vicini, poi i decenni in cui le forze della Nato sono state usate per fronteggiare le crisi internazionali ha reso meno prioritaria la questione.
Ora c’è la comprensione e la convinzione che è necessario integrare meglio le capacità europee: le singole forze armate da sole possono perseguire obiettivi limitati e non fornire sicurezza a livello globale.
“Dall’idea alla trasformazione pratica, però, mancano decenni: non è un futuro prossimo. Importante è definire un comune denominatore per tradurre i concetti in pratica”.
Graziano spiega che sono stati definiti i livelli di ambizione. Dalle operazioni umanitarie fino a un massimo di 60 mila militari, con forze terrestri, aeree, navali per la gestione di grandi crisi.
Si tratta di avere a disposizione strutture di comando adeguate, perché oggi quelle per le missioni europee sono principalmente fornite dalle singole nazioni. (Res) Agenzia Nova Fonte: www.agenzianova.com

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 17
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.