MILITARI NELLE SCUOLE. IN ITALIA SI PUO’, IN GERMANIA STANNO METTENDO IN DISCUSSIONE QUESTA PRATICA

Roma, 8 apr 2019 – E’ EDUCATIVO PORTARE NELLE SCUOLE IL MESTIERE DELLE ARMI OPPURE NO? LA GERMANIA STA’ RIFLETTENDO SU QUESTA IPOTESI. In Italia invece le visite e gli incontri sono all’ordine del giorno. La presenza spazia dalle scuole superiori alle universita’. Poi ci sono le presenze con gli stend alle varie fiere in giro per l’Italia. Poi la presenza dei militari passa anche tramite lo sport,dove i militari si mescolano con gli altri atleti non militari. Diciamo che e’ molta l’esposizione “pubblicitaria” delle forze armate italiane tra i giovani e la cittadinanza, con l’impegno anche di strade sicure. Non c’e’ dubbio che l’apprezzamento dei cittadini italiani nei confronti dei militari e’ alta e grazie proprio alla visibilita’ che questi impegni esercitano sull’immaginario collettivo.

Pero’ non sempre queste cose sono viste di buon occhio da una parte di giovani e professori, che tendenzialmente ne fanno una questione politica d parte. Infatti spesso ci sono delle intrusioni a scuola di comitati contrari alla presenza dei militari, per non parlare anche dell’adesione di qualche professore.

A COSA SERVE QUESTA PRESENZA DEI MILITARI NELLE SCUOLE, STEND, SPORT ECC.? Serve innanzitutto per farci conoscere e stimolare la curiosita’ dei giovani per un mestiere che ti mette al servizio del paese. Piu’ sei presente e piu’ i ragazzi sono attratti dalla divisa, dal presentare una domanda di arruolamento. Poi la visibilita’ e la presenza e’ apprezzata da altri cittadini dal punto di vista della sicurezza con strade sicure. Penso che per quanto riguarda l’impegno dei militari in missioni all’estero, queste passano molto sottotono perche’ poco pubblicizzate per questioni politiche.

QUESTO E’ CIO’ CHE SUCCEDE IN ITALIA.

E IN GERMANIA COSA FANNO? In germania hanno molta carenza di giovani che vogliono arruolarsi; infatti si sente spesso parlare che gli arruolamenti sono aperti anche agli stranieri non cittadini tedeschi. Ecco che quindi anche in germania le forze armate entrano nelle scuole per fare pubblicita’. Ma ora il partito dei socialisti di Berlino  chiedono: Nessun militare nelle scuole tedesche.

Segue articolo di stampa.

A Berlino, l’Spd polemizza sulle visite dei militari nelle scuole. Il congresso della federazione berlinese del partito, che si è tenuto il 30 marzo scorso, ha adottato, con il 60% dei voti, una risoluzione che vieta le visite delle forze armate nelle scuole. L’obiettivo è di far cessare immediatamente le campagne di promozione da parte delle organizzazioni militari tra gli studenti. Secondo i promotori della risoluzione, questi incontri hanno il sapore di campagne di reclutamento occulto.

Gli interventi dei rappresentanti delle forze armate negli istituti scolastici in Germania non sono obbligatori. Nel 2015 ne sono stati organizzati all’incirca 11 mila in Germania ai quali hanno partecipato quasi 260 mila studenti, secondo quanto ha riportato Le Monde. I promotori della risoluzione dell’Spd sostengono che gli studenti delle scuole non hanno l’età per incontrare gli uomini in divisa perché sono vulnerabili rispetto alla propaganda militare e ai discorsi che banalizzano i reali pericoli degli interventi armati.

Immediate le reazioni alla risoluzione dell’Spd. Il ministro tedesco della difesa, Ursula von der Leyen (Cdu), l’ha condannata, come pure i conservatori, ma anche in seno all’Spd c’è chi è in disaccordo come il presidente del partito Andrea Nahles che ha tenuto a far sapere che i soldati sono benvenuti nelle scuole, secondo quanto ha dichiarato a Le Monde. In questa situazione non si sa se il sindaco di Berlino (Spd), città dove il Partito socialdemocratico è dato fra il 16 e il 18% alle prossime elezioni regionali del 2021, metterà ai voti la risoluzione. L’articolo continua qui >>> www.italiaoggi.it

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.