Militari ex-958 / GENESI DI UNA STORIA DI ORDINARIO IN…SUCCESSO

Roma, 12 apr 2019 – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. LA SITUAZIONE SUL SERVIZIO MILITARE SVOLTO AI SENSI DELLA LEGGE EX958/86. Elementi per valutare l’oggi! La legge 24 dicembre 1986 stabilì la possibilità per i militari di leva di prolungare la ferma (Militari in Ferma Prefissata MFP) fino ad un massimo di 36 mesi (art.5), prevedendo una serie di agevolazioni per il reinserimento nel mondo del lavoro al termine della ferma (art 38) e dando, in tale contesto, la possibilità di accedere per concorso, qualora idonei, alla carriera di sottufficiale con le modalità previste dalla 212 del 1983. Quindi è chiaro che lo spirito della legge 958 non era quello di professionalizzare le Forze Armate ma solo quello di disporre di un’aliquota di militari di truppa da destinare agli incarichi prevalentemente tecnici che al termine della ferma venivano agevolati per il reinserimento nel mondo del lavoro civile, tanto che nel decennio 86- 96 meno del 5% dei sottufficiali proveniva dai MFP/VFP di due anni.

A quell’epoca il ruolo sottufficiali era alimentato per concorso secondo i dettami della legge 212 /83, prevedendo, peraltro, che anche i sottufficiali provenienti dalla Scuola Sottufficiali permanessero nel complemento nel grado di sergente e transitassero in SP, con un concorso per titoli ed esami nel grado di sergente maggiore.

Nel 1995 con la legge 196 prevedendo la parziale professionalizzazione delle FA istituiva il ruolo dei volontari di truppa in servizio permanente (V.S.P.), e per espressa volontà delle Forze di Polizia suddivideva i Sottufficiali in 2 ruoli marescialli e sergenti.

In tale circostanza, nello spirito della legge 958 si diede la possibilità a tutti i militari in ferma prefissata, che a quella data non avevano fatto oppure non avevano vinto il concorso per sottufficiale, (concorso estremamente difficile da vincere per i pochissimi posti a disposizione circa 4 su 100 partecipanti, a cui potevano esclusivamente partecipare i meritevoli idonei e promossi al grado di sergente di complemento), di transitare con 2 concorsi per Sergenti e 3 concorsi per V.S.P., nei nuovi ruoli dei sergenti e dei volontari in SP: Furono mantenuti in servizio anche quelli che al concorso per la Scuola Allievi Sottufficiali di Viterbo non lo avevano vinto o erano stati dichiarati non idonei al grado di sergente di complemento, oppure non valutati al grado di Caporale Maggiore di leva.

Le Forze Armate facendo di necessità virtù adattarono la legge alle proprie necessità stabilendo che i Marescialli diventassero il punto di congiunzione tra le categorie esecutive e gli ufficiali.

L’Esercito in particolare valorizzava tale ruolo attribuendo alla nuova figura del maresciallo il comando di plotone, fino ad allora riservato agli ufficiali, e lo sviluppo di carriera quale personale di staff al termine dei periodi di impiego quali comandanti di plotone. Tutto reso coerente da un percorso di studi a livello universitario (laurea triennale e post universitario corso di Branca).

Nel transitorio si stabilì, vista l’etereogenita della provenienza dei SU arruolati con la precedente normativa (era ancora in servizio personale con la 5^ elementare) che i cd marescialli precedente iter, in relazione alle capacità e alle esigenze delle FFAA potessero ricoprire sia i nuovi incarichi per marescialli cd nuovo iter o mantenere le specializzazioni precedenti, fintantoché non ci fossero stati un numero sufficiente di sergenti previsti dalla 196 per sostituire completamente i marescialli nelle mansioni specialistiche tecnico esecutive o di Comando a livello di squadra (il transitorio era previsto in un arco di 20 anni 1997 -2016).

I sergenti dovevano essere tratti per concorso fra i migliori della truppa ed essere destinati agli incarichi specialistici in precedenza attribuiti ai SU arruolati ai sensi della 212. Anche in questo caso le FA strutturavano una attività di specializzazione non inferiore a 9 mesi che arriva a 24 mesi per gli incarichi più pregiati, tutto ciò dopo un concorso per titoli ed esami che è diventato nel tempo molto selettivo.

La nuova legge, con il concorso straordinario riservato agli arruolati della 958, mette in discussione e demolisce una costruzione solida ormai ultraventennale, con l’aggravante che le modalità concorsuali non sono omogenee con quelle previste per i concorsi interni per marescialli, permettendo in modo illogico, la partecipazione al personale che non aveva vinto il concorso interno per la partecipazione al corso per Sottufficale in spe a Viterbo o addirittura non idoneo al grado di C.le maggiore di leva. Di contro, per l’ennesiva volta, hanno penalizzato l’intero ruolo dei sergenti bravi e meritevoli che hanno dovuto superare per arrivare all’agognato traguardo oltre al concorso e corso di specializzazione, i trasferimenti in giro per tutta Italia. Questi ultimi saranno scavalcati in un colpo solo da 1.500 persone che da dipendenti saranno loro superiori, pur non essendo stati mai Sottufficiali.

Oggi i marescialli si ritrovano colleghi di ruolo migliaia di persone che nulla di direttivo hanno mai fatto anteponendo i propri interessi a quelli dell’Istituzione. I sergenti, cioè i VSP più motivati e qualificati sono scavalcati, mentre VSP non 958, ossia la stragrande maggioranza non hanno più alcuna prospettiva di carriera per merito.

EVVIVA IL CAMBIAMENTO.

Firmato
Un maresciallo Nuovo iter che credeva nel merito!

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 8
  •  
  •  
  •  

8 thoughts on “Militari ex-958 / GENESI DI UNA STORIA DI ORDINARIO IN…SUCCESSO”

  1. Ottimo resoconto, aggiungerei solo che in questi 25 anni molti di questi ex958 si sono messi in gioco senza aspettare la grazia, studiando e passando sergenti e marescialli, mentre questi 1500 evidentemente non erano in grado di passare un concorso “non farlocco”.
    La cosa che più preoccupa è l’assordante silenzio della politica e dello stato maggiore che stanno permettendo questa pagliacciata nascondendo la testa sotto la sabbia.

  2. Si sente che chi parla non ha ben chiari i concetti parlando di gente che non era idonea al grado di caporal maggiore, perchè allora non c’era la rafferma di tre anni ma bensì di due anni e chi fosse idoneo aveva la possibilità di raffermarsi ulteriori 12 mesi e i più vecchi degli anni 90 hanno avuto la possibilità di raffermarsi anche per il 4^ e 5^ anno, le valutazioni erano fatte solo per titoli per poter passare a serg di cplm, ma giustamente chi scrive non conosce la storia parla solo per sentito dire da parte di qualche persona moooolto più anziana di lui che è contraria al concorso 958 e quindi inaspro nel parlarne come accade in questi giorni, come tanti passati Vsp trasferiti da casa dove facevano servizio nel profondo nord provarono il concorso serg per cercare di avvicinarsi, questo accadeva dall’anno 97…vorrei chiedere all’autore di questa lettera, lui era in servizio??? Parlare parlare parlare ma senza aver nessun senso di causa in quel che si dice, ci sono Vsp che hanno partecipato alla mix pellicano nel 91 in Albania oppure la vera Somalia dove un ragazzino di quasi 20 doveva avere ben occhi aperti per portare la pelle a casa, l’esercito di oggi è così grazie solo a quei valorosi e non a gente che parla male di una istituzione importante dove è impiegato, che parla male di veterani che hanno perso tanti fratelli dall’ Iraq all’afghanistan e hanno lavorato per le strade nei terremoto nelle pubbliche calamita per il popolo Italiano nella sicurezza di strade sicure, spero che un giorno potrete dire anche voi di esser fieri di essere militari italiani come lo sono loro, dopo aver sentito il profumo della polvere da sparo, il rumore di un rpg7 che vi ronza dentro l’orecchie i Fischi dei colpi sparati da un AK 47 o il boato di un mortaio esploso nelle vicinanze e tanto tanto altro.

    VIVA L’ITALIA VIVA L’ESERCITO ITALIANO

    Diretto al Mar nuovo iter che ancora ha bisogno di capire che non veste dei panni qualunque

  3. Caro maresciallo nuovo iter, rispetto il suo punto di vista, anche se alquanto Fanta volistico e puramente personale, assolutamente soggettivo e privo dei fatti reali avvenuti nel lontano 1995,la realta’ dei fatti e’ assolutamente diversa dalla versione da lei prospettata anche perche’ lei non la ha vissuta sulla sua pelle, cerchero’ di essere esaustivo il più possibile,agli inizi del 1990 si accedeva alle carriere iniziali in qualità di volontario in ferma prolungata e militare in ferma prolungata per poi successivamente transitare nel servizio permanente come sottufficiale,per divenire caporale e caporal maggiore si dovevano superare 2 corsi di istruzione e si andava in valutazione al grado di sergente, successivamente, nel 1995 a seguito del cambio della normativa vigente oggettivamente furono stravolte tutte le condizioni, in un sol colpo vennero meno tantissime condizioni, i sergenti dovettero fare la rinuncia al grado,i caporal maggiori in avanzamento al grado di sergente dovettero firmare per annullare la graduatoria dove erano inclusi (nessuno ha mai parlato di questo) successivamente furono banditi 2 concorsi per il ruolo sergenti e 3 per il ruolo graduati, a questo punto quello che si vuol ribadire e’ che oggettivamente sono sopraggiunte condizioni sfavorevoli e penalizzanti per il personale allora in servizio e perché?negli articoli che ho avuto modo di leggere si ha il sentore che si voglia fare passare un 2 intere categorie di personale(sergenti maggiori capo q.s e C.m.c.s. q s) si perché ricordo che il concorso straordinario riguarda 2 categorie di personale, come professionisti
    di bassa lega,panciuti, poco preparati, e via dicendo addirittura ho avuto modo di leggere in altri articoli commenti lesivi e denigranti anche penalmente rilevanti i quali sono a conoscenza sono al vaglio per eventuali azioni legali a carico degli esecutori materiali. Tornando ai suoi commenti lei asserisce che il personale non possedeva l idoneita’ al grado di questo e quello, ma e’ sicuro di quello che sta asserendo ?Si prende la responsabilita’ di quello ha pubblicato su un giornale on line?Spero proprio di sì…faccia la cortesia almeno di firmarsi,troppo comodo lanciare sassi e nascondere la mano…..cordialmente .Roberto Laragione

  4. Visti i commenti parlo da mooolto anziano “come piace dire a qualcuno”, visto che ho vissuto quei tempi…anche se sembrano discorsi che faceva mio nonno…sono un ex958 maresciallo con grado MERITATO E GUADAGNATO CON SUDORE E SACRIFICI MIEI E DELLA MIA FAMIGLIA, se uno fa il manutentore in ospedale non è che dopo 25 anni lo fai infermiere solo perché allora alcune porcate si facevano…studi e se sei in grado vinci un concorso fai un corso e accetti che ti mandino ovunque, ma ripeto solo se sei in grado…ci abbiamo messo tanto a migliorare l’Esercito, so anche che 25 anni fa gente che non meritava ti passava avanti ma grazie a Dio siamo migliorati…è proprio il caso di far rifunzionare le cose come allora?Sarà controproducente per tutti questo concorso.

  5. La tristezza interiore, il livore e’insipienza di certi soggetti, fa pronunciare sentenze che danno la misura della persona che scrive! Vorrei vederlo professionalmente sto solone che sputa sentenslze che evidenziano la sua ignoranza sui 958 e, contestualmente, la sua ignoranza in senso stretto!

  6. Salve sono un come dite voi…..UN “958” ovvero un Militare che porta le stellette da solo 26 anni, come: nuovo iter marescialli, “vecchi” marescialli “V.T.O.” Marescialli scuola A.S. che uscivano una volta dopo 1 anno senza mini laurea col grado sergente ed ex colleghi VSP che hanno fatto un concorso Sergenti frequentando un corso di svariati mesi.
    Tra VSP e di tutti i sottufficiali menzionati io non ci trovo differenza, perché io servo la mia patria come la servite voi e se adesso si è presentata la possibilità di questo concorso 958 non vedo perché avrei dovuto rifiutarlo.
    Tutto questo è vero, ha creato un malumore soprattutto con i Sottufficiali che si sentono scavalcare da quelli che hanno fatto un regolare concorso 958 dicendo e pubblicando video che il grado esce dal distributore di patatine, delle foto e video fatte al concorso da SOTTOSPECIE di “colleghi” di personale in sovrappeso o in disordine con l’uniforme.
    Diciamo che si è gettata un bel pò di M….. soprattutto alla categoria VSP.
    Ma la mia domanda è: se si presentava per i sottufficiali la possibilità di fare un concorso Straordinario Ufficiali RS con la stessa modalità del 958 e gli Ufficiali EX AUC o RS e Accademia vi avessero risposto allo stesso modo, come vi sareste sentiti?
    Bhe ricordate Signori un Militare non si vede dal grado, ma dalla sua professionalità, dalla sua esperienza maturata in sevizio e che negli anni che cerca di insegnarlo ad altri.
    INVIDIA CATTIVERIA GELOSIA PORTANO SONO IL MALE DELLA SOCIETA’
    un VSP

  7. Sono uno arruolato nel 1990 condivido in pieno l’analisi fatta dall’inserzionista EX 958 ho subito la legge 958/86 dopo lo scempio della legge 196/95 oggi vincitore del concorso straordinario marescialli 958.
    Vorrei ricordare a qualcuno che scrive sono vincitore di tre concorsi ruolo truppa ,ruolo sergenti ,ruolo marescialli, logicamente dopo dieci lunghi anni fuori da casa tipo 600 km.
    Vorrei dire che mi sono arruolato con la stessa legge 958/86 per la maggior parte oggi sono diventati primi marescialli, regalando tre gradi dalla legge 196/95senza alcun concorso in merito e diploma di scuola di secondo grado.
    Ricordo all’epoca eravamo tutti sergenti e truppa ,dopo venti anni sono rimasto sergente e i miei colleghi sono diventati primi marescialli a questo non si grida allo scandalo.
    Prima di commentare informatevi dei fatti.

    Oggi sono Orgoglioso di servire questo paese è la forza armata

  8. Sono vergognosi queste persone che sparlano non sapendo niente e menzionando Viterbo. Ne allora non esisteva di cosa stiamo parlando ?
    Il sottoscritto ha perso la sede vicino casa per essere stato trasferito a Verona o. Soprusi subiti rinunciando il grado da sergenti dove era del tutto anomalo che una volta conquistato il grado da sergenti ti retrocedevano a truppa .
    Dopo circa due anno ho cercato di vincere il concorso per essere riavvicinato a casa ma senza risultato al contrario di certa gente che hanno mantenuto la sede vicino casa facendo figli e figliastri.
    Ho subito un processo militare per offese e soprusi avuti gratis da un’ufficiale che si era accanito contro una fascia più debole allora ero truppa, per non parlare dei rientri e contrappelli a 30 anni .
    Numerose missione fatte sia nell’ambito nazionale e internazionale.Concludo dicendo al sig maresciallo se avessi avuto la stessa possibilità del mio collega arruolato con la stessa data e se avessi avuto la raccomandazione è la faccia di leccare chi di dovere tutto questo non mi sarebbe successo.
    Concludo dicendo che i miei colleghi arruolati nello stesso periodo sono luogotenente .con la terza media e comandano e fanno valere la loro anzianità per quando riguarda licenze estive e festività.senza aver fatto niente nella carriera, e si evince quando indossano la divisa sembra uguale a quella indossata il primo giorno di arruolamento se non si fosse una misera medaglia di 25 anni di servizio.
    Oggi sono un sergente maggiore capo dell’aeronautica militare e vincitore del concorso 958 quindi futuro maresciallo dove farò valere la mia esperienza e anzianità per contribuire al cambiamento della forza armata in essere dove finalmente tanti parassiti hanno finito di campate.
    SMC
    Mass.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.