MILITARE IN SCIOPERO DELLA FAME. SI TRATTA DI FICO PASQUALE (LGT. DEL CO.CE.R. ESERCITO) CHE ANCORA NON MANGIA? Ha perso piu’ di 10 kg. (Vedi foto all’interno dell’articolo)

Foto dal profilo personale di FICO di facebook

Roma, 14 apr 2019 – (Nostro servizio) – E’ DOMENICA, SOLITAMENTE E’ UN GIORNO IN FAMIGLIA, SI MANGIA UN PO’ MEGLIO DEGLI ALTRI GIORNI. SICURAMENTE E’ DURA PER PASQUALE FICO MANGIARE QUEL POCO CHE GLI CONSENTE DI SOPRAVVIVERE MA DI CALARE DI PESO ANCORA. Per chi ancora non lo sa, il delegato CO.CER. Fico Pasquale e’ in astensione dall’alimentazione da circa un mese ed e’ calato piu’ di 10 kg, passando dai circa 80 kg ai 70 (vedi foto). Ora vediamo perche’ FICO pasquale ha iniziato questa singolare ma dura protesta. Il motivo scatenante e’ stato la mancanza di destinazioni fondi a copertura di alcuni prossimi provvedimenti, per i quali, come delegato COCER, si sta battendo, e sono:

1. assegnare fondi necessari per realizzare il correttivo al pessimo riordino dei gradi;

2. assegnare i fondi necessari per concludere la coda contrattuale del triennio 2016/18;

3. destinare piu’ fondi per aumentare adeguatamente gli stipendi al personale militare con il contratto di lavoro triennio 2019/21;

4. migliorare le condizioni economiche del personale impegnato in strade sicure;

5. approvare una buona legge sui sindacati militari.

 

Foto prima dell’astensione dall’alimentazione. Foto dal profilo personale di FICO di facebook

ECCO QUESTE SONO LE VERE MOTIVAZIONI PER LE QUALI FICO PASQUALE STA PROTESTANDO, NON SOLO PER LUI, MA SOPRATTUTTO PER TUTTI COLORO CHE SONO CONTRATTUALIZZATI. NON SCIOPERA CERTO PER I DIRIGENTI MILITARI, GIA’ BEN APPAGATI SU TUTTO DAI PRECEDENTI GOVERNI.

Io personalmente non conosco di persona FICO PASQUALE, ma sono un collega della su stessa anzianita’ di servizio; lo conosco di fama, per essere stato piu’ volte eletto al CO.CER e lo conosco per la sua tenacia, serieta’ e onesta’.

Foto durante la protesta, di qualche giorno fa – dell’astensione dall’alimentazione. Foto dal profilo personale di FICO di facebook

Per questo, pur non conoscendolo, lo seguo e lo invito a non esagerare con questo sciopero perche’ la sua salute e’ importante per lui, per i suoi familiari, per gli amici e per il personale rappresentato al Co.cer. che da lui si aspetta ancora grandi cose.

QUELLO CHE MI STO’ CHIEDENDO MENTRE SCRIVO – E SENTO IL PROFUMO DEL PRANZO DELLA DOMENICA IN TAVOLA -…., ma questi interlocutori alti dirigenti militari e politici (Ministro Difesa in primis) stanno seguendo la questione di FICO oppure stanno mangiando sereni e tranquilli mentre un militare si sta’ astenendo dal mangiare proprio per richiedere la loro attenzione?

Anche qualche testata giornalistica si e’ interessata del suo caso, come il Giornalista Toni DE MARCHI DEL  FATTO QUOTIDIANO dell’altro giorno, che consigliamo l’intera lettura collegandosi cliccando qui >>> www.ilfattoquotidiano.it

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 7
  •  
  •  
  •  

4 thoughts on “MILITARE IN SCIOPERO DELLA FAME. SI TRATTA DI FICO PASQUALE (LGT. DEL CO.CE.R. ESERCITO) CHE ANCORA NON MANGIA? Ha perso piu’ di 10 kg. (Vedi foto all’interno dell’articolo)”

  1. …i fondi del riordino del 2017 purtroppo sono finiti nelle mani di chi già era “ricco” e non penso che c’è rimasto più niente o tantomeno verrà elargito nuovamente!

  2. Una noce in un sacco vuoto non fa rumore. I contratti fermi da decenni, l’ultimo una vera vergogna e ancora non definito, per non parlare di un riordino atteso da un ventennio e fatto solo per aumentare lo stipendio agli ufficiali (già nelle grazie economiche) che nulla avevano a vedere con il riordino, cosa si vuole di più

  3. Tutti i rappresentanti cocer dovrebbero seguire fico invece non e cosi perché sotto sotto si fanno i loro interessi grande stima per fico ché l ho conosco personalmente

  4. Una noce in un sacco vuoto non fa rumore. I contratti fermi da decenni, l’ultimo una vera vergogna e ancora non definito, per non parlare di un riordino atteso da un ventennio e fatto solo per aumentare lo stipendio agli ufficiali (già nelle grazie economiche) che nulla avevano a vedere con il riordino, cosa si vuole di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.