STRADE SICURE. AVVIATA UNA INDAGINE CONOSCITIVA IN COMMISSIONE DIFESA

Dalla pagina dell’On. GALANTINO Davide.

Roma, 17 apr 2019 – UNA INDAGINE PER CONOSCERE MEGLIO E DA VICINO LE CONDIZIONI DI IMPIEGO DEL PERSONALE MILITARE IMPEGNATO DA OLTRE 10 ANNI CON L’OPERAZIONE STRADE SICURE. Non sarebbe male che la Commissione convochi i CO.CE.R., I SINDACATI e soprattutto il personale che ha svolto o che sta svolgendo ancora i servizi sulle strade delle nostre citta’. Lo apprendiamo dalla pagina ufficiale dell’On. GALATINO DAVIDE (Membro della IV Commissione Difesa della Camera dei Deputati):  “Attualmente, risultano impiegati nell’Operazione “Strade Sicure” circa 7.000 militari che garantiscono una presenza capillare sul territorio nazionale, contribuendo alla realizzazione di un ambiente più sicuro.

Tra i principali interventi si ricordano quelli svolti a L’Aquila in seguito al terremoto del 2009, a Napoli e a Caserta per l’emergenza nella “Terra dei Fuochi” legata al contrasto dei reati ambientali, oltre ad interventi di rilievo come il sisma che ha colpito il centro Italia che ha colpito le province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia e Macerata, infine gli interventi di supporto al terremoto che ha interessato l’Isola di Ischia (NA) in data 21 agosto 2017.

Sono tutte situazioni e vicende nelle quali i militari hanno contribuito a garantire la sicurezza interna dell’area interessata oltre a quella dei principali snodi di collegamento.

Lo scopo dell’indagine è quello di verificare le condizioni lavorative dei militari impiegati, sia a livello fisico che psicologico, al fine di migliorare le modalità con cui il personale impiegato si presta nell’Operazione. Vi terrò aggiornati”. Questo lo scopo dell’indagine conoscitiva resa nota dall’On. GALANTINO DAVIDE (M5S).

Molti gli interventi degli utenti tramite i post sulla pagina >>>

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.