Transito di personale delle Forze armate e dell’Arma dei carabinieri giudicato non idoneo al servizio militare incondizionato per lesioni dipendenti o non da causa di servizio nelle aree funzionali del personale civile del Ministero della difesa

Roma, 13 mag 2019  – RIFORMA DEL MILITARE O CARABINIERE  E CONSEGUENTE IMPIEGO A DOMANDA DELL’INTERESSATO COME DIPENDENTE CIVILE NELLA DIFESA ITALIANA. Sono stati numerosi i quesiti giunti in redazione per sapere come funziona il passaggio da militare all’impiego civile nella difesa, a seguito di riforma. La norma e’ disciplinata in base alla tabella di equiparazione del D.M. 18/04/2002 ovvero, nelle more dell’adozione di un decreto per una nuova tabella di cui al Codice dell’Ordinamento Militare approvato con il Decreto Legislativo nr. 66 del 15 marzo 2010. In particolare e’ art. 930, comma 1-quinquies, che riportiamo per comodita’ qui di seguito.

Il D.M. 18/4/2002 riportante la tabella di equiparazione, attualmente vigente, lo puoi prelevare cliccando qui >>>


Art. 930 Transito nell’impiego civile (D.LGS. nr. 66/2010)
1. Il personale delle Forze armate giudicato non idoneo al servizio militare incondizionato per lesioni dipendenti o meno da causa di servizio, transita nelle qualifiche funzionali del personale civile del Ministero della difesa, secondo modalita’ e procedure definite con decreto del Ministro della difesa, di concerto con i Ministri dell’economia e delle finanze e della pubblica amministrazione e innovazione.
((1-bis. La disposizione di cui al comma 1 si applica, a decorrere dall’entrata in vigore del codice, anche ai volontari in ferma prefissata quadriennale in posizione di rafferma, risultati idonei ma non vincitori al termine delle procedure di immissione nei ruoli dei volontari in servizio permanente di cui all’articolo 704, nel caso di sopravvenuta inidoneita’ al servizio militare incondizionato. Il predetto personale transita secondo la corrispondenza prevista per il grado iniziale dei volontari in servizio permanente.
1-ter. La procedura di transito di cui al comma 1 e’ sospesa nei seguenti casi:
a) procedimento disciplinare da cui potrebbe derivare una sanzione di stato;
b) sospensione dall’impiego per qualsiasi causa.
1-quater. All’esito sfavorevole dei procedimenti di cui al comma 1-ter consegue l’annullamento della procedura di transito.
1-quinquies. Il personale non dirigente delle Forze armate che transita nei ruoli del personale civile della Difesa, per effetto del comma 1, o di amministrazioni pubbliche nei casi previsti dalla legislazione vigente e’ inquadrato, fatto salvo quanto previsto dall’articolo 2209-quinquies, secondo tabelle di corrispondenza, ispirate a criteri di equiordinazione con le Forze di polizia a ordinamento civile e militare, approvate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, informati il Consiglio centrale di rappresentanza militare e le organizzazioni sindacali. Nelle more dell’adozione del decreto, a decorrere dal 1° gennaio 2018, al personale delle Forze armate, per le finalita’ indicate nel presente comma, si applica la tabella di corrispondenza prevista a legislazione vigente per il personale dei Corpi di polizia ad ordinamento militare.))

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 thoughts on “Transito di personale delle Forze armate e dell’Arma dei carabinieri giudicato non idoneo al servizio militare incondizionato per lesioni dipendenti o non da causa di servizio nelle aree funzionali del personale civile del Ministero della difesa”

  1. Buongiorno c’e’ un errore nella tabella, non vedo il 1° Luogotenente menzionato per il ruolo civile con la parificazione del livello contributivo

  2. Non c’e’ perche’ nel 2002 non esisteva il Luogotenente come grado a se. Per loro non e’ cambia nulla. Vanno inquadrati sempre NELLA categoria C1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.