Il voto politico NEGATO ai MILITARI in servizio all’Estero. In servizio per la Patria, ma senza riconoscergli il voto

Roma, 18 mag 2019 – L’ON. GIORGIA MELONI RIMPROVERA IL GOVERNO E CHIEDE UN DECRETO IMMEDIATO. UN ARGOMENTO, QUESTO DEL VOTO DEI MILITARI, VECCHIO COME L’ESERCITO. Ad ogni tornata elettorale ritorna forte la discussione del voto negato ai nostri uomini e donne in divisa, in servizio all’estero. Una democrazia che non riesce a fare votare coloro che sono li per difendere la democrazia stessa. Di contro, da qualche anno e’ stato riconosciuto il voto agli italiani che da generazioni vivono e sono residenti all’estero. Una anomalia politica in quanto si tratta di italiani che di italiano ormai hanno solo un vago ricordo, e devono mandarci qualche onorevole o senatore a dirci cosa dobbiamo fare per l’Italia? Un’Italia rovesciata dove chi’ serve la patria non vota e chi invece a scelto di starsene all’estero a fare fortuna ci critica.

Ma troviamo al voto dei nostri militari. Sembra essere soltanto l’On. MELONI di FdI l’unica a chiedere il voto per i nostri militari. Cosi’ Giorgia Meloni ieri: “Manca il decreto per consentire ai militari impegnati in missioni extra Ue di votare alle europee. Gravissimo che il Governo non abbia ancora provveduto e ci sia il rischio concreto di impedire ai nostri uomini e donne con le stellette di esercitare il diritto di voto. Fratelli d’Italia rivolge un appello al ministro dell’Interno: emani subito il decreto”. Questo e’ quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.