L’intervento di Girolamo FOTI, Delegato nazionale COCER GRADUATI durante gli incontri con il CAPO DI SME E IL PREMIER CONTE del 24.5.2019

Roma, 26 mag 2019 – INCONTRO COCER / CAPO DI SME / PRESIDENTE CONTE DEL 24.5.2019. L’intervento del delegato COCER GRADUATI FOTI: Nel mio intervento (2 minuti) ho segnalato i seguenti argomenti:

CON IL CAPO DI SME.

1. Concorso straordinario Vfp4 “II nostri Volontari dopo 7/8 anni di rafferma attendono con ansia delle risposte certe per il loro futuro, non si può lasciare questi ragazzi al palo ad attendere il loro destino. Pertanto chiedo che questo Stato Maggiore chiarisca e rassicuri detto personale con una nota ufficiale sul loro futuro.

Risposta del Capo di SME: concordo che occorre informare il personale in maniera trasparente e diretta, ho preso appunto di questa problematica e riceveranno quanto prima una Comunicazione.


2. Valorizzazione e gratificazione professionale dei Graduati e delle Qualifiche speciali di tutte le categorie come previsto dal riordino delle carriere. Non è normale che veterani con 25 anni di servizio si ritrovano a svolgere incarichi da Caporale, questo crea pochi stimoli nel svolgere la propria professione dei militari.

Il Capo di SME ha risposto che provvederà a promuovere maggiormente la valorizzazione dei ruoli apicali.


3. Signor Capo di SME, si verifica troppo spesso una crescita di segnalazioni anche per futili problemi di certi comandanti nei riguardi dei propri sottoposti, mandando sul lastrico padri di famiglia che tolgono soldi alle proprie famiglie per destinare agli avvocati, ci vogliono equilibri, certi comandanti devono contare fino a dieci è sopratutto la forza della ragione e del dialogo, onestà intellettuale tra le parti deve essere la vera forza di chi comanda e del sottoposto. Altrimenti le caserme diventano trincee tra denunce, segnalazioni anonime ed altro ancora.

Risposta del Capo di SME: I comandanti hanno dei compiti e degli obblighi da rispettare, certo il dialogo deve essere la giusta alternative alle denunce.


4. Sono d’accordo con lei, signor Comandante occorre utilizzare i social con molta discrezionalità ma è pur vero che certi Generali in pensione per opportunità politica offrono spunti di confronto che possono spingere i militari in servizio in errore, mi chiedo non dovrebbe dare l’esempio il Generale? E comunque ci vorrebbe a mio avviso una nota dello SME.

Risposta: Il Capo di SME dice di essere al corrente.


5. Mi giungono segnalazioni di colleghi in convalescenza in particolare a Milano ma anche in altri luoghi che seppur hanno perso del peso, continuano ad essere concessi periodi di convalescenza, senza tener conto della circolare sospesa dal Ministro della Difesa e dalle normative vigenti che prima di mettere il personale in convalescenza occorre tener conto dell’età, gli anni di servizio e l’impiego. Un collega separato vive a Milano in affitto da un anno pur perdendo peso viene messo in Convalescenza e da giugno gli verrà dimezzato lo stipendio, dove andrà a vivere alla Caritas? Sarebbe questa la grande famiglia dei militari, lo spirito di corpo? Nessuno resti dietro?

Risposta del Capo di SME: ha preso appunti.


6. Ho segnalato la condizione alloggiative delle famiglie dei militari e del fatto che mi è stato segnalato la vicenda di un collega con famiglia trasferito a Roma da una sede di servizio all’altra in quanto meritevole nel lavoro, per questo spostamento rischia di perdere l’alloggio di servizio e trasferirsi sotto il ponte della stazione Termini di Roma.

Risposta del Capo: ha preso appunti.


Alle ore 17:00 Il Cocer ha incontrato il premier Conte con il Ministro della Difesa Trenta.

Il presidente del Cocer ha dato lettura delle priorità a favore del personale che sono la riapertura della concertazione economica 2019/2021, la previdenza, maggiori risorse per i correttivi del riordino delle carriere e strade sicure.

Il premier Conte ha ringraziato le Forze Armate per il suo lavoro al servizio della Patria, ha ringraziato il Lgt Fico promotore di questo incontro dopo il suo sciopero della fame, il premier ha proseguito il suo intervento accettando l’apertura dei tavoli concertatativi su riordino e contratto, si è detto favorevole per destinare ulteriori risorse sull’operazione strade sicure.
Ha chiesto un periodo di tempo per studiare le proposte, con la promessa di un buono incontro.

Il Ministro della Difesa all’intervento di un collega della GdF in merito al disegno di legge sul sindacato militare, ha ribadito che la Corda è disponibile ad accettare proposte migliorative sul Ddl.

Concludo ringraziando di cuore il presidente del consiglio per aver accolto le richieste del Cocer.

Ringrazio il ministro della Difesa che dal primo giorno dal suo insediamento lavora tra mille difficoltà a favore della base.

Grazie a lei sul concorso ex 958 i partecipanti hanno goduto di pari trattamento tra Esercito, Marina e Aereonautica.

Grazie a lei I colleghi vittime del dovere, le loro famiglie, finalmente hanno avuto delle risposte dal ministero e il ministro a loro fianco.

Oggi grazie al Ministro esistono i primi sindacati militari che hanno fatto storcere il naso a qualche alto dirigente.

Oggi molti colleghi sono usciti dall’incubo della circolare IMC imposta in maniera stressante al solo personale dell’esercito, isolando il militare senza aiutarlo a rientrare nel gruppo.

Oggi grazie al Ministro sono arrivate le prime risorse sui correttivi e sul contratto in tempi di austerità..

Il Ministro ha tagliato i fondi allo spreco per destinarli al personale.

Il Ministro con impegno lavora per riportare i militari al sud, al ricongiungimento familiare e legge 104.

Ma sopratutto il ministro non abbandonerà i nostri p4.

A lei va tutta la mia stima per la vicinanza al personale, auguriamoci che rimanga molto a lungo.

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “L’intervento di Girolamo FOTI, Delegato nazionale COCER GRADUATI durante gli incontri con il CAPO DI SME E IL PREMIER CONTE del 24.5.2019”

  1. penso che sul tAvolo va anche affrontato il tema di quando saranno riordinati quei pochi 958 rimasti esclusi dal concorso straordinario marescilli.
    Quando avverrà perchè è stata fatta questa differenza?
    Questo è un colpo basso a chi ha lavorato e ha creduto ed ha dato il voto ai delwgati cocer.
    attendiamo ancora un riscontro non vogliamo passare nel dimenticatoio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.