Per la prima volta dal 1847 il cannone del Gianicolo ha sparato a mezzogiorno e un minuto, di chi è la colpa?

foto: esercito.difesa.it

Roma, 11 giugno 2019 – Per la prima volta dal 1847 il cannone del Gianicolo ha sparato a mezzogiorno e un minuto (stupore e risatine tra i civili presenti). Il celebre “botto” istituito dal Papa Pio IX nel 1847 per coordinare le chiese di tutta Roma – ed evitare che ogni sagrestano suonasse il “suo” mezzogiorno – ieri ha fatto registrare un clamoroso ritardo. Il motivo? La soldatessa incaricata non è riuscita ad imprimere la forza necessaria per fare fuoco.  Dopo quasi un minuto di tentativi andati a vuoto  è dovuto intervenire l’altro militare, che con un colpo secco alla corda è riuscito a sparare.

Fare qualche prova prima no? È più una questione di forza fisica che non di sesso!

E poi….E’ colpa della soldatessa o del responsabile delle operazioni? Si mette inoltre  in evidenza che il militare che va in “soccorso” della soldatessa passa davanti al pezzo già caricato, azione non proprio regolare e molto pericolosa! Il detto: “dietro i cannoni e davanti i muli” è sempre valido!

GUARDA IL VIDEO>>>>>

Dal sito esercito.difesa.it​ – L’uso di segnare il tempo con un colpo di cannone fu introdotto dal Pontefice Pio IX il 1° dicembre 1847 per avere un segnale unico dell’ora ufficiale, anziché il suono scoordinato delle campane delle chiese cittadine.

La tradizione continuò anche con l’unità d’Italia. Il ​ca​nnone sparò fino all’agosto 1903 dal suo primo posizionamento a Castel S. Angelo, da dove venne spostato sulle pendici di Monte Mario, per poi essere definitivamente trasferito sul Gianicolo, esattamente il 24 gennaio 1904.

Nel periodo della 2^ Guerra Mondiale la tradizione fu interrotta per gli eventi bellici.

Il 21 aprile 1959, in occasione del 2712° Anniversario della fondazione di Roma, il cannone riprese a segnare il “mezzogiorno” per i cittadini romani.

Attualmente è in uso un obice, risultato di un assemblaggio della bocca da fuoco da 105/22 su affusto di 88/27 impiegati durante il 2° conflitto mondiale.

La squadra pezzo che opera quotidianamente sul cannone del Gianicolo è fornita interamente dal reggimento addestrativo del Comando Artiglieria.

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.