IL MALESSERE DEL PERSONALE MILITARE. Provvedimenti che non vedono la luce creano disagio al personale NON dirigente

Roma, 21 giu 2019 – SONO TUTELATI SOLO I DIRIGENTI, IL RESTO “CARNE DA MACELLO”. LE PROMESSE TANTE, I PROVVEDIMENTI CHE TARDANO AD ARRIVARE. E’ il caso di dire che si stava meglio quando si stava peggio? Militari ormai costretti a vivere in citta’ costosissime ridotti quasi alla fame. Dalla coda contrattuale 2016/18 che non vede la fine. Dal contratto di lavoro nuovo 2019/21 che non parte. Dal correttivo del riordino dei gradi che non si ha traccia. Dai soldi del FESI che non arrivano ancora. Dai soldi derivanti dalla riduzione irpef per gli stipendi sotto i 28.000 euro che non si vedono. Dopo un anno dall’insediamento del nuovo Governo del cambiamento, ancora non e’ cambiato nulla.- Solo belle parole, pacche sulle spalle e rassicurazioni… Ma tutto questo non basta per placare il malessere del personale NON DIRIGENTE: Graduati e Sottufficiali. Segue delibera COCER GRADUATI. 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 thoughts on “IL MALESSERE DEL PERSONALE MILITARE. Provvedimenti che non vedono la luce creano disagio al personale NON dirigente”

  1. La madai “I soldi non ci sono” e il governo elargiva miliardi alle banche. Con il nuovo governo giallo verde la Buongiorno per i contratti bisogna aspettare la fine dell’anno 2020 e intanto il governo elargisce miliardi alle banche, ma in tutto ciò a rimetterci dal 2009 ad oggi é solo il personale in divisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.