L’On. Emanuela CORDA (M5S) chiede il rinvio della nomina a Maresciallo degli ex-958. I 5 stelle contro il loro Ministro a 5 stelle! Interrogazione in Commissione Difesa di venerdi’ 21 giugno 2019.

Roma, 24 giu 2019 – I 5 stelle contro i 5 stelle! Onorevole contro Ministro Difesa. SOSPENDERE LE NOMINE A MARESCIALLO PERSONALE EX-958; E’ QUANTO CHIEDE L’ON. Emanuela CORDA (M5S) tramite una interrogazione presentata in Commissione Difesa il giorno 21.6.2019. PER FORTUNA SI TRATTA SOLTANTO DI UNA INTERROGAZIONE. GLI EX-958 PARTECIPANTI AL CONCORSO POSSONO STARE SERENI; NON SI PUO’ FERMARE PIU’ LA NOMINA A MARESCIALLO! E come tutte le interrogazioni ricevera’ la classica risposta “diplomatica” del Ministro della Difesa, respingendo qualsiasi proposta di revisione o sospensione. Ormai e’ legge dello Stato e un Ministro da solo non puo’ fare piu’ nulla. Infatti si tratta di un riconoscimento che si e’ protratto nel tempo, per circa 25 anni, ed oggi e’ stato risolto dal precedente Governo Gentiloni, con Ministro della Difesa Roberta PINOTTI, tramite il riordino dei gradi e carriere del 2017. Insomma ci sono ormai tutti i timbri si STATO per NON annullare piu’ nulla. Non possiamo far ridere l’opinione pubblica! Ci si lamenta che queste nomine scavalcheranno graduati e sergenti? Non ci vedo nulla di male, si tratta comunque di militari arruolati prima degli altri e penalizzati dalla politica di quel tempo. Gli scavalcati dovrebbero essere fieri che i loro colleghi piu’ anziani hanno visto riconosciuto un diritto mancato. Un esempio che se la politica vuole puo’ risolvere molti problemi che ci penalizzano. Un esempio e una speranza per tutti.


Dello stesso parere e’ Girolamo Foti, del CO.CE.R. Graduati-Esercito:

È incredibile il Movimento Cinque Stelle prima difende il concorso ex 958, in silenzio quando potevano intervenire per tempo sul concorso. Adesso escono fuori con l’interrogazione parlamentare della Corda contro il concorso ex 958; la stessa del DDL sul Sindacato che ha dovuto ritirare perché non piaceva a nessuno.

Con tutto il rispetto che ho per il Ministro Elisabetta Trenta, onestamente non si può restare indifferenti con certe iniziative parlamentari che rispetto ma non condivido per niente. In questo paese paghiamo sulla nostra pelle la scarsa competenza di alcuni politici in commissioni tecniche come quella della difesa.

Nel frattempo nelle caserme c’è malessere per il pagamento del fesi a settembre, i fondi insufficienti sui correttivi del riordino, non si parla del rinnovo del contratti, ritardi sui pagamenti per i militari impegnati a strade sicure (per non parlare di certi alloggi).

“E non dimentichiamo neanche il pagamento della defiscalizzazione degli stipendi fino a 28.000 euro”.

SEGUE TESTO INTERROGAZIONE ON. CORDA. EX-958. CONCORSO E NOMINA A MARESCIALLO.

DIFESA

Interrogazione a risposta scritta:

   CORDA. — Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che:

con decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 94, sono state adottate disposizioni in materia di riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, ai sensi dell’articolo 1, comma 5, della legge 31 dicembre 2012, n. 244;

nel medesimo decreto, all’articolo 5, è stato previsto il bando di un concorso straordinario per il reclutamento nel ruolo dei marescialli riservato al solo personale appartenente ai ruoli sergenti e volontari in servizio permanente arruolato ai sensi della legge 24 dicembre 1986, n. 958 e successive modificazioni e transitato in servizio permanente ai sensi degli articoli 35, comma 2, e 36, del decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 196;

il Ministero della difesa – direzione generale per il personale militare, con decreto n. 31/1D del 20 dicembre 2018 ha indetto un concorso interno straordinario per il reclutamento dei marescialli delle Forze armate riservato al personale militare del ruolo graduati e del ruolo sergenti assunti con la legge 24 dicembre 1986, n. 958;

tale concorso prevede modalità di selezione del tutto atipiche rispetto ai normali bandi di selezione essendo necessario, per i partecipanti, non aver riportato nell’ultimo biennio sanzioni disciplinari più gravi della consegna e il possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado in deroga anche ai vigenti limiti di età; inoltre, i vincitori del concorso sono tenuti a frequentare un corso di formazione della durata massima di tre mesi, se ritenuto indispensabile dalla Forza armata di appartenenza, ed è assicurata la permanenza, almeno biennale, nella propria sede di servizio;

la sanatoria attuata con il riordino delle carriere del 2017 e le modalità di svolgimento del concorso straordinario hanno prodotto sperequazioni e disparità di trattamento a danno di coloro che si sono arruolati seguendo gli ordinari iter concorsuali;

quanto premesso genera inevitabilmente frustrazione e indignazione tra le donne e gli uomini delle Forze armate che hanno avviato ricorsi e petizioni in opposizione all’ingiustificata discriminazione che il citato concorso ha creato tanto nell’iter concorsuale quanto nei successivi profili e sviluppi di carriera e di impiego del personale militare;

si ritiene, pertanto, ragionevole rinviare le nomine al grado di maresciallo dei vincitori dell’avvenuto concorso fino a quando non vi sia una pronuncia definitiva della magistratura –:

quali sia la posizione assunta dal Ministro interrogato in merito alla questione esposta e quali iniziative ritenga sia necessario adottare.
(4-03142)

 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

8 thoughts on “L’On. Emanuela CORDA (M5S) chiede il rinvio della nomina a Maresciallo degli ex-958. I 5 stelle contro il loro Ministro a 5 stelle! Interrogazione in Commissione Difesa di venerdi’ 21 giugno 2019.”

  1. Vorrei rammentare che il grado di Maresciallo si ottiene solo dopo aver superato una durissima selezione concorsuale (erano 25.000 le domande presentate all’ultimo concorso a fronte di un centinaio di posti disponibili) e dopo un iter formativo della durata di tre anni. Ora con qualche risposta indovinata ad un test ecco vanificare il tutto. Vedremo volontari in servizio permanente che indosseranno il grado di Maresciallo senza possedere alcuna formazione in merito (mentale e culturale) il tutto a scapito dell’autorevolezza della categoria e cosa ancora piu’ grave, a mio parere, con l’appoggio del COCER.

  2. Nessuno deve togliere nesssun riconoscimento ad altri. ma la stessa cosa succede per chi fa i concorsi per ufficiale. E’ normale arruolarsi in un modo e poi trovarsi in altra posizione. Non deve essere vista come un furto.

  3. Io personalmente che ho scritto l’articolo sono un Maresciallo anziano, quindi nella stesura dell’articolo gli ex-958 non ci sono. Ho vissuto la “tragedia” degli ex-958 e devo dire che hanno ragione. Devi fartene una ragione anche tu. Sono sicuramente piu’ anziani di te e devi portargli rispetto. Io che sono Maresciallo anziano non nutro nessun rancore, anzi, sono orgoglioso che la nostra categoria possa acquisire militari che hanno subito una ingiustizia. Stessa cosa per chi da graduato o maresciallo, o sergente, transita negli ufficiali. Ti passa avanti lo stesso. Ma quelli che passano ufficiali ti vanno bene, perche’? NON HO MAI CREDUTO ALLA GUERRA TRA POVERI, MA HO SEMPRE CREDUTO NELLA FORZA DELL’UNIONE. E NON COME TE CHE PORTI INVIDIA E DISSAPORI. A te non portano via nulla. Continui a lavorare, a prendere il tuo stipendio ed avanzare di grado. Quindi sei mosso da invidia e rancore. Tutto qui.

  4. Non venire a fare il moralista, io porto rispetto a chi se lo merita, ma quale ingiustizia? Solo perché si sono arruolati prima?MERITOCRAZIA, CONOSCI QUESTA PAROLA? Se avessero voluto migliorarsi studiavano come ha fatto chi realmente si è meritato il grado da matesciallo, SE QUESTO CONCORSO FARSA SI FOSSE FATTO COME TUTTI GLI ALTRI, NESSUNO SI SAREBBE LAMENTATO, l’ingiustizia la sta vivendo tutta la forza armata vedendo gente per la maggior parte che senza titolo di studio, senza essere in grado di passare le prove di efficienza fisica, con un concorso da 30 su 100(scandaloso) e senza un reale corso che gli prepari a fare i MARESCIALLI. Come ha già scritto qualcuno prima di me ” se fai l’inserviente in ospedale non è che dopo anni passi infermiere solo perché prima era permesso, studi, ti migliori e se sei in grado diventi infermiere”. Con questa scusa della guerra tra poveri state rovinando quello che si è fatto in questi anni per migliorare la forza armata!MA QUALE INVIDIA???IO IL GRADO ME LO SONO MERITATO.

  5. Tragedia???ma sai dare un peso a questa parola???qui l’unica tragedia è vedere che ancora si riesce a trovare scusanti per fare queste porcate da prima Repubblica, hai parlato di graduati passati da sergenti, marescialli o ufficiali… se con regolare concorso e con i titoli previsti è anche giusto…se uno si migliora deve andare avanti, qui si parla di gente che pèr 25 anni non ha fatto niente. Non fare l’anziano con me Io sono un ex 958 che ha studiato ed è passato matesciallo con l’iter previsto, senza regali, e faccio le prove di efficienza fisica ogni anno, vesto la divisa con decoro senza una pancia da far vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.