ART. 54 SULLA MIGLIORE PENSIONE PER I MILITARI ARRUOLATI NEL PERIODO CHE ALL’INCIRCA VA DAL 1981 AL 1983. Sentenza positiva Corte Conti Centrale d’Appello. (All’interno è possibile consultare la copia originale della Sentenza nr. 208/2019).

Roma, 25 giu 2019 – LA CORTE DEI CONTI CENTRALE D’APPELLO CONTINUA A DARE RAGIONE AI RICORRENTI PER L’ART. 54. PERCHE’ L’INPS SI OSTINA A NON ACCOGLIERE LE RICHIESTE, NONOSTANTE STA PERDENDO SEMPRE? Ne abbiamo parlato a piu’ riprese giorni fa, e non si riesce a capire perche’ l’INPS perda tempo e denaro per respingere le richieste e poi farsi portare in giudizio davanti ai Giudici della Corte dei Conti Centrale, per perdere e pagare il conto. Anche il nostro Ministero della Difesa, che dovrebbe tutelarci, in questa sentenza si e’ unito all’INPS. Un conto salato, fatto di interessi, arretrati economici, costo della burocrazia e costo degli avvocati. Con la sentenza che oggi segnaliamo, l’INPS e anche il Ministero Difesa, sono stati condannati insieme al pagamento di euro 700 al legale del ricorrente che ha vinto.

Detto questo, per giusta conoscenza e per coloro ai quali puo’ essere utile per ricorrere o prendere spunti, segnaliamo una delle ultime sentenze positive della Corte dei Conti  – Sezione II Giurisdizionale Centrale d’Appello, la  nr. 208/2019, consultabile qui >>> https://banchedati.corteconti.it

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.