Carabiniere e Poliziotto accoltellati in servizio, Fervicredo: “Sacrifici non ricambiati, operatori non abbastanza tutelati. Basta frasi di solidarietà e vuoti attestati di stima, fare di più”

Roma, 1 lug 2019 – “Bisogna fare di più. Bisogna fare di più per tutte le donne e gli uomini del Comparto Sicurezza, i quali mantengono in piedi una democrazia che trova proprio in loro il suo punto di forza, il suo maggior valore, i suoi più fedeli Servitori. Due uomini in divisa accoltellati in due giorni in distinti servizi apparentemente ordinari, non particolarmente pericolosi, assolutamente routinari, la dicono molto lunga sui reali pericoli e sui sacrifici che questo lavoro comporta. Sacrifici non ricambiati, ma anzi troppo spesso dati per scontati, e di conseguenza operatori non abbastanza tutelati.

Le frasi di solidarietà e gli attestati di stima fanno sempre piacere e sono il minimo dovuto, ma non bastano. Politica e istituzioni a tutti i livelli devono fare di più, e persino la società civile deve fare di più, perché legalità e sicurezza passano per la condivisione di regole e rispetto di ruoli, dalla strada fino ai palazzi istituzionali. Investire in sicurezza è assolutamente indispensabile, specie quando questo significa sicurezza degli operatori. Un operatore della sicurezza ferito o ucciso è il peggio che possa accadere a questo Paese, perché è una perdita per tutti a tutti i livelli. Specialmente per famiglie che già, a loro volta, si sacrificano abbastanza per sostenere il difficile ruoli dei propri cari, senza che debbano vederli uscire una mattina e ritrovarli poi nel letto di un ospedale”.

Così Mirko Schio, Presidente dell’Associazione Fervicredo (Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere), dopo
i due gravissimi episodi di cronaca che hanno visto ieri un brigadiere di 59 anni, in servizio alla stazione carabinieri di Montegranaro, in provincia di Fermo, accoltellato alla schiena da un marocchino, poi arrestato per tentato omicidi; e il giorno prima un episodio analogo avvenuto alla periferia di Roma, a Tor Bella Monaca, dove un agente di Polizia di 32 anni è stato accoltellato dopo essere intervenuto per una lite.

Fervicredo
Associazione Onlus

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.