DIFESA AEREA AERONAUTICA MILITARE / Olimpiadi Invernali del 2026: Senza il nuovo s/a CAMM-ER NON potremmo proteggere le olimpiadi invernali 2026

Roma, 1 lug 2019 – ALLEGGERITA DI MOLTO L’ARTIGLIERIA CONTROAEREI DELL’ESERCITO ITALIANO, DELLA QUALE RIMANE BEN POCO IN ITALIA, NON SI E’ PROVVEDUTO NEANCHE A POTENZIARE LA DIFESA AEREA DELL’AERONAUTICA MILITARE. Pubblichiamo in merito un comunicato stampa con il quale l’Onorevole TATIANA BASILIO (Deputata della Commissione Difesa della XVII Legislatura) esprime le sue preoccupazioni sulla nostra difesa aerea. Di seguito un recente articolo, sempre su LARAN, di Riccardo Ferretti.

Segue intervento di Riccardo Ferretti su LARAN del  28.6.2019

Olimpiadi Invernali del 2026: per proteggerle è necessario avviare subito il programma CAMM-ER con fondi certi

Con l’inevitabile radiazione dei vecchi missili Spada, nel 2021 l’Italia perderà la capacità di difesa aerea a corto raggio necessaria a proteggere i grandi eventi e le truppe schierate all’estero. Nel prossimo DPP dovrebbe essere inserito l’avvio dello sviluppo del sistema CAMM-ER finanziato con 95 milioni di euro in 5 anni a partire dal 2019, ma la gran parte di questi fondi potrebbe essere revocata in corso d’opera.

Il Comitato Olimpico Internazionale ha selezionato Milano e Cortina come sedi per lo svolgimento dei Giochi Olimpici Invernali del 2026. Per l’Italia si tratta di un’importante opportunità ma anche di una grande responsabilità. L’organizzazione di un grande evento comporta il dispiegamento di un dispositivo di sicurezza che va ben oltre i normali controlli di polizia. Dopo gli attentati dell’11 Settembre 2001 è divenuta prassi consolidata in tutto il mondo lo schieramento di sistemi di difesa aerea a corto e medio raggio in grado di garantire la protezione dei luoghi in cui si svolgono grandi eventi dalla minaccia rappresentata da aerei dirottati da terroristi o da velivoli di piccole dimensioni (come elicotteri, aerei da diporto, ultraleggeri, ecc.). Questi ultimi possono essere particolarmente insidiosi poiché hanno generalmente una ridotta traccia radar, possono volare a quote molto basse e a velocità troppo ridotte per poter essere efficacemente intercettati dai caccia. Il dispiegamento di sistemi missilistici a corto raggio, in grado di garantire la difesa di punto in occasione dei grandi eventi è dunque ormai irrinunciabile.

In Italia questa capacità è attualmente garantita dai sistemi Skyguard dell’Aeronautica Militare e dagli Spada dell’Esercito, entrambi basati sul missile Aspide la cui vita operativa terminerà nel 2021. Un ulteriore aggiornamento del missile Aspide, frutto di un progetto risalente agli anni ’70, è impossibile a causa dell’insormontabile obsolescenza raggiunta da gran parte delle sue componenti e dal degradamento dei materiali, inclusi quelli pirici, che ne impongono la dismissione entro la data prevista. Per la sua sostituzione le Forze Armate italiane hanno scelto il missile CAMM ER, frutto di una collaborazione industriale italo-britannica avviata nel 2011 e oggetto di un requisito urgente che è stato confermato, senza finanziamento, nel Documento Programmatico Pluriennale (DPP) presentato lo scorso anno e che, in base alle informazioni acquisite dall’associazione Laran, dovrebbe essere confermato, questa volta con finanziamento, nel DPP 2019-2021 di prossima pubblicazione. In particolare, a essere finanziata sarebbe la Fase 1 del programma, relativa allo sviluppo del sistema, dal costo complessivo di 95 milioni di euro in 5 anni. La programmazione finanziaria dovrebbe vedere lo stanziamento di 1 milione di euro nell’anno 2019, 10 milioni nel 2020, 15 nel 2021 e i restanti 69 milioni suddivisi tra il 2022 e il 2024. L’articolo di Riccardo Ferretti puoi continuare a leggerlo cliccando qui >>> www.laran.it

 

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.