Vigili del Fuoco : sindacati, anche ANPPE e FEDERDISTAT-CISAL in stato di agitazione

Roma, 1 lug 2019 – Il Presidente di Anppe Vigili del Fuoco Fernando Cordella e il Segretario Generale della Federdistat-Cisal Antonio Barone, “dopo le continue richieste formulate in diverse occasioni intese al rilancio del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco nel campo del Soccorso Italia, sempre disattese, siamo costretti a proclamare lo stato di agitazione per la categoria” questo è quanto scritto nella nota inviata al Ministro dell’Interno Matteo Salvini e ai vertici ministeriali dai due sindacalisti. Quindi dopo Cisl,Cgil,Uil e Confsal adesso anche i due sindacati di categoria ANPPE VVF e FEDERDISTAT-CISAL proclamano lo stato di agitazione e richiedono l’attivazione delle procedure di raffreddamento. Antonio Barone (Federdistat-Cisal) dichiara che “per migliorare le condizione stipendiali e previdenziali del personale bisogna accelerare con l’approvazione della riforma di equiparazione con gli altri Corpi dello Stato. Non possiamo più attendere e bisogna puntare alla valorizzazione del personale direttivo “anziano”, fiore all’occhiello del Corpo Nazionale” “La situazione non è più tollerabile” dichiara Cordella (ANPPE VVF) “siamo costretti ad indire lo stato di agitazione in quanto le nostre richieste, che vanno da un progetto condiviso sul sistema di soccorso nel Paese compreso la componente volontaria, all’ampliamento di nuove lauree nel ruolo direttivo e una maggiore attenzione alla salute e sicurezza sul lavoro in particolare alle malattie professionali sono state disattese”.

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.