Udienza al Tribunale dell’Aja per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Dopo 7 anni non è ancora finita

Roma 8 lug 2019 – Dopo sette anni oggi all’Aja l’ultima udienza davanti al Tribunale arbitrale internazionale per decidere quale tra Italia e India abbia la giurisdizione ad accertare le responsabilità dei due fucilieri di marina  Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

In apertura di udienza l’ambasciatore Francesco Azzarello ha messo in chiaro che Latorre e Girone “sono funzionari dello Stato italiano“, impegnati nell’esercizio delle loro funzioni “a bordo di una nave battente bandiera italiana” e “in acque internazionali“, e che pertanto sono “immuni dalla giustizia straniera“. 

Per l’India non c’è presunzione di innocenza: i Marò erano colpevoli di omicidio ancora prima che le accuse fossero formulate”. L’ambasciatore Azzarello, rivendica  per l’Italia la giurisdizione del caso, ricordando inoltre che in India “ci sono stati ingiustificabili rinvii del processo. Sono state inventate speciali procedure, in violazione con la stessa Costituzione indiana”.

Elisabetta Trenta su Facebook scrive: “Cari Salvatore e Massimiliano, non siete soli. Né voi, né le vostre famiglie. Vi mando un forte abbraccio a nome del governo e di tutta la Difesa”.

La sentenza è attesa entro 6 mesi.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.