A CHE PUNTO E’ L’AVANZAMENTO “STRAORDINARIO” DEI LUOGOTENENTI ANZIANITA’ 1.1.2019?

Roma, 11 lug 2019 – CI VIENE DA DIRE: IL SOLITO PASTICCIO ALL’ITALIANA! Questi per un giorno ti fanno perdere un anno! Il personale ha bisogno di risposte veloci, attuali e di immediata applicazione. Lo si capiva tra le righe del testo sul riordino delle carriere e gradi del 2017 che le promozione di grado relative alla fase transitoria andavano compiute alla data di maturazione delle anzianita’, proprio per il fatto che il riordino stesso ha voluto correggere delle ingiustizie penalizzanti precedenti, subite dal personale. Un problema che si trascina ormai dall’anno 1995 (Decreto Legislativo 12.5.1995, nr. 196), dal primo riordino dei gradi. Problema che neanche con questo ultimo riordino e’ stato sanato. Dopo ben 24 anni abbiamo ancora marescialli penalizzati e fermi a vita nel grado di primo maresciallo, con oltre 56 anni di eta’ anagrafica e senza condanne penali sul groppone, o altri problemi di sorta. Molti sono andati anche in pensione rimanendo sperequati a vita. Ma torniamo a noi, alla promozione dei luogotenenti alla qualifica di primo luogotenente.

Tutto è nato nella notte dei tempi, sempre con il malefico primo riordino dei gradi del 1995, il quale ha unito le classiche tre aliquote annuali in una aliquota unica, aggiungendoci poi nel tempo anche i bocciati ed ha previsto la promozione al grado di primo maresciallo con l’assegnazione della nuova anzianita’ acquisita il giorno dopo della chiusura dei quadri di avanzamento. Quindi essendo da sempre il quadro di avanzamento chiuso il giorno 31 dicembre, la promozione e’ stata disposta il giorno dopo, ricadendo al primo gennaio dell’anno nuovo. Cosi’ facendo ci sono stati tre ordini di penalizzazioni:

– prima penalizzazione: essendo sposata nell’anno nuovo l’anzianita’ di grado, per la maturazione degli anni utili al nuovo pasaggio di grado devi attendere un anno in piu’;

– seconda penalizzazione: non avendoti riconosciuta la tua anzianità storica posseduta, non si e’ percepito nulla di arretrati economici, poiche’ ti hanno spostato al 1° gennaio dell’anno nuovo;

– terza fregatura: con l’arrivo del nuovo riordino dei gradi del 2017, ecco che questo giorno (il primo di gennaio) ti frega ancora, perche’ per un giorno ti hanno inserito nella aliquota di avanzamento di fine anno. esempio: i luogotenenti che maturavano l’anzianita’  di grado per essere promossi al 1.1.2018, sono stati inclusi nell’aliquota di avanzamento chiusa dodici mesi dopo, e cioe’ il 31.12.2018.

Si tratta di un solo giorno, ma guardate quante fregature ci ha dato. Sembra che chi se l’e’ inventato nel 1995 gia’ sapeva che dal 2018 ti avrebbe fregato ancora.

Ora qualcuno a PERSOMIL sembra che se ne sia accorto, dopo rimarcate polemiche e ha diramato disposizioni per includere i luogotenenti con anzianita’ di grado per essere promossi maturata al 1.1.2019 con la vecchia aliquota chiusa il giorno prima, e cioe’ in quella del 31.12.2018. Una cosa buona che vedra’ sanati un bel po’ di colleghi che sono ancora in servizio. Si perche’ chi e’ gia’ andato in pensione se la prende nel solito posto.

Per analogia’, hanno anche deciso di inserire nell’aliquota del 31.12.2018 i primi marescialli con anzianita’ di grado maturata per essere promossi al 1.1.2019, al grado a Luogotenente.

Sara’ cosi’ anche per gli anni a venire? Questo e’ tutto da vedere.

Chiuso il racconto storico dei travagli della nostra categoria, dall’uscita della disposizione di PERSOMIL del 28.6.2019 per promuovere questi Luogotenenti e primi marescialli, ancora non si sa nulla di operativo. Hanno iniziato a chiedere i libretti di avanzamento del personale? O si rimanda tutto a settembre?


 

Segue CIRCOLARE di PERSOMIL del 24.6.2019, disponibile in PDF originale anche qui >>>

MINISTERO DELLA DIFESA
DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE
II REPARTO

OGGETTO: Decreto Dirigenziale 27 maggio 2019, n. M_D GMIL REG2019 0344027, concernente la variante alla formazione dell’aliquota riferita al 31 dicembre 2018 ai fini dell’avanzamento al grado di Luogotenente e del conferimento della qualifica di Primo Luogo tenente al personale dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Seguito:
a.f.n. M_D GMIL REG2018 0704020 in data 10 dicembre 2018;
b.f.n. M_D GMIL REG2018 0704021 in data 10 dicembre 2018;
c.f.n. M_D GMIL REG2018 0712762 in data 14 dicembre 2018.
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

1.Con il Decreto Dirigenziale 21 novembre 2018, n. M_D GMIL REG2018 0669334 è stata formata l’aliquota riferita al 31 dicembre 2018 ai fini dell’avanzamento al grado superiore e del conferimento della qualifica di Primo Luogotenente al personale del ruolo Marescialli dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica.

2. Con il Decreto Dirigenziale in oggetto, al fine di armonizzare le procedure di avanzamento tra le Forze Armate e l’Arma dei Carabinieri, in linea con il processo di equi ordinazione attuato con i provvedimenti delegati, rispettivamente, il Decreto Legislativo 29 maggio 2017, n. 94 e il Decreto Legislativo 29 maggio 2017, n. 95 e successive modifiche ed integrazioni, si è provveduto ad includere, nell’aliquota di valutazione formata al 31 dicembre 2018 di cui al citato Decreto Dirigenziale 21 novembre 2018, n. M_D GMIL REG2018 0669334, i Primi Marescialli ed i Luogotenenti dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica che hanno maturato, con decorrenza 1° gennaio 2019, il periodo minimo di permanenza nel grado rispettivamente per la promozione al grado di Luogotenente ovvero per l’attribuzione della qualifica di Primo Luogotenente. In particolare, trattasi dei:

  • Luogotenenti aventi anzianità nel grado pari al 1° gennaio 2017, con anzianità nel grado di Primo Maresciallo pari all’anno 2007, ai sensi dell’art. 2251-quater, comma 2, lettera b);
  • Primi Marescialli aventi anzianità di grado pari al 1° gennaio 2011.3. Pertanto, le circolari al seguito si intendono integrate nel senso sopra indicato.4. Con esclusivo riferimento alla Marina militare, si rende noto, in allegato, l’elenco dei nominativi dei Sottufficiali, appartenenti ai ruoli Marescialli del C.E.M.M.e dei Nocchieri di porto, che, essendo in possesso dei requisiti previsti dal predetto Decreto Dirigenziale, sono inclusi nell’aliquota di che trattasi.5. Seguiranno ulteriori indicazioni, circa la tempistica dell’inoltro della documentazione caratteristica del personale avente titolo, a cura del collaterale V Reparto.
    IL CAPO REPARTO

    Dirigente dott. Alfredo VENDITTI 

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.