Riordino delle carriere: al primo posto deve esserci la dignità del personale! Lo stato dell’arte e le nuove proposte migliorative a cura del Primo Luogotenente Antonello CIAVARELLI, delegato CO.CE.R.

Roma, 15 lug 2019 – IN DISCUSSIONE IL PROVVEDIMENTO CORRETTIVO AL RIORDINO DEI GRADI. Un migliore trattamento economico per il grado apicale e correzioni migliorativi per l’avanzamento di grado. Segue intervento di Antonello CIAVARELLI, delegato del COCER. Il primo punto che durante il riordino delle carriere è stato chiesto unanimemente dalla categorie Marescialli Interforze è stato quello di lasciare al Luogotenente (grado apicale del ruolo) il parametro stipendiale del Tenente. Concetto di sovrapposizione dei ruoli che è giusto per tutti, ma indispensabile per i Marescialli se si considera che ad essi è stato aggiunto un grado facendo diventare la carriera interminabile. Oggi il Maresciallo deve laurearsi ed ha responsabilità direttive. E’ inconcepibile che il parametro di un Luogotenente con 30 anni di servizio sia inferiore ad un tenente che è ancora in accademia, non ha ancora lavorato e non si è ancora laureato.
.
Riascoltiamo anche l’intervento di Antonello CIAVARELLI durante l’audizione del Co.Ce.R. Interforze presso le Commissioni difesa e affari costituzionali di Camera e Senato. se non si apre clicca qui >>>
Durante le attuali fasi di “Correttivi” a tale Riordino non ci sono neanche 50 milioni per le tre Forze Armate, anche se l’aumento connesso al parametro sarà di poche decine di euro, la proposta rimane concreta ed è un investimento per il ruolo per tutto ciò che verrà, che siano altri riordini o concertazioni. La spesa sarebbe relativamente contenuta, nell’ordine di pochi milioni di euro. Se non si vuole riconoscere, per principio, che addirittura il 1^ LGT possa essere paragonato ad un Capitano e il Luogotenente ad un tenente, si riconoscano anche ai marescialli anziani gli automatismi per l’aumento ogni due anni degli stipendi come per gli Ufficiali con 13 anni di servizio.
Con il Riordino delle carriere i nuovi dirigenti hanno recuperato dai 100 ai 600 euro di aumento mensile, risorse bloccate con il blocco stipendiale degli anni precedenti. Per i nuovi direttivi credo che l’aumento, sia pur nell’ordine di poche decine di euro mensili per il parametro apicale, è mirato a riconoscere dignità al ruolo. Contestualmente si chiede, almeno nel periodo transitorio, la riduzione degli anni per essere promossi Luogotenenti (la riduzione degli 8 anni). In termini di equiparazione con i Carabinieri è fondamentale il 100% dei posti ai fini dell’avanzamento a Luogotenente e sopratutto che ci sia per tutti l’azzeramento dei tempi di promozione. Aspetto quest’ultimo, che sia pur lentamente, si sta già attuando. Infine a fronte di un ruolo Marescialli con l’età anagrafica anziana, anzichè invogliare i giovani ad andare avanti nella carriera, li si fa attendere nel ruolo graduati per ben 4 anni in Servizio permanente prima di poter partecipare ad un concorso interno da marescialli . Attesa che si  va ad aggiungere ai circa 6/7 anni di servizio nella posizione di precario. Si auspica quindi che le opportunità possano essere date fin da subito per lasciare tutte le strade aperte ai giovani.
Se si rispetta la dignità della persona e del militare di conseguenza ci possono essere benefici economici duraturi ed anche cospicui.  Se così non è, ciò che viene dato per calmare disagi, sa di mancia una tantum che non basterà mai e che invece non ha a che fare con la soddisfazione per le progressioni di carriera, la motivazione e la condizione umana e morale dei militari e le loro famiglie.
Primo Luogotenente Antonello Ciavarelli

Delegato Co.Ce.R.

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.