INDENNITA’ OPERATIVA PERSONALE MILITARE / CONTINUA LA DISCUSSIONE IN COMMISSIONE DIFESA SUL TRASCINAMENTO E ATTRIBUZIONE DEL 220 PER CENTO DELLA BASE PER ALCUNI CORPI SPECIALI

Roma, 27 lug 2019 – INDENNITA’ OPERATIVA PERSONALE FORZE ARMATE: E’ DA ALCUNI DECENNI CHE NON VIENE AGGIORNATO L’IMPORTO. Anche qui siamo fermi al palo e gli stipendi NON CRESCONO. Si spera che in fase di rinnovo del contratto TRIENNIO 2019/21 sia i CO.CE.R. che le nuove Associazioni Sindacali, riescano a portare a casa un minimo risultato, rivedendo al rialzo gli importi aggiornandoli all’attuale costo della vita. Con questa risoluzione in commissione Difesa della camera viene chiesta l’attribuzione della percentuale del 220 per cento sulla base dell’indennita’ operativa di campagna, ma solo per determinati gruppi speciali di militari,  e il trascinamento 1/20 per alcune specialita’, La discussione va avanti e tanto e’ che il giorno 17 luglio se ne e’ discusso ancora, ascoltando l’Ammiraglio OTTAVIANI e il Contrammiraglio ROSSI.

17/07/2019 – Audizione su trascinamento delle indennità supplementari
Mercoledì 17 luglio, alle ore 9, la Commissione Difesa ha svolto l’audizione dell’ammiraglio di Divisione Giacinto Ottaviani, capo del I Reparto dello Stato maggiore della difesa e del contrammiraglio Massimiliano Rossi, capo di Stato maggiore del Comando interforze per le operazioni delle forze speciali (Cofs), nell’ambito della discussione della risoluzione sul trascinamento delle indennità supplementari. Ascolta l’intervento audio/video in Commissione del 17.7.2019, clicca qui >>>
Vediamo insieme ora di cosa si tratta la risoluzione presenatta in Commissioen Difesa il 4.4.2019, sempre sullo stesso tema.
Atto Camera – Risoluzione in commissione 7-00228 –presentato da IORIO Marianna – testo presentato Giovedì 4 aprile 2019 – modificato Martedì 11 giugno 2019, seduta n. 188. La IV Commissione, premesso che:
l’articolo 4, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 16 marzo 1999, n. 255 ha stabilito la «verticalizzazione» delle indennità supplementari (previste dalla legge n. 78 del 1983) e che pertanto, con decorrenza del 1° gennaio 1999, tali indennità non sono state più definite in misura forfettaria, bensì secondo la percentuale di maggiorazione prevista dalla legge n. 78 del 1983, riferita all’operativa di base spettante in relazione al grado rivestito ed all’anzianità di servizio;

è stato riconosciuto il «valore economico» di ciascuna indennità operativa di base, nelle misure stabilite per gli ufficiali e sottufficiali, maggiorandola di una percentuale prefissata dalla legge (legge n. 78 del 1983 e successive modificazioni), in funzione delle varie tipologie di impiego ed, essendo le indennità supplementari di ordine sussidiario rispetto alle cosiddette fondamentali, la loro misura economica è decisamente inferiore a quella delle indennità fondamentali;

i percettori dei suddetti emolumenti godono dell’applicazione in loro favore del meccanismo del cosiddetto trascinamento con il quale il legislatore ha riconosciuto le maggiorazioni, da calcolarsi sull’indennità di impiego operativo di base, in favore di quel personale che, a seguito di un cambio di impiego correlato alla percezione di una diversa indennità operativa, risulti destinatario di un decremento economico;

il Consiglio di Stato ha previsto che «la maggiorazione, peraltro, essendo attribuita in relazione agli anni di servizio prestati in impieghi particolari (fino a 20 anni) può complessivamente, essere maggiore della nuova indennità speciale spettante. E di qui il secondo meccanismo perequativo, consistente nella possibilità di optare per il suo mantenimento» (Consiglio di Stato, Sezione IV, n. 8236/2006) e che, tuttavia, l’indennità supplementare per subacquei, disciplinata dall’articolo 9 della legge n. 78 del 1983, è un’indennità che, a dispetto della sua veste giuridico-formale di cosiddetta indennità supplementare, in realtà delinea decisamente meglio di quelle fondamentali la funzione operativa specificata svolta dal personale incursore e subacqueo;

l’indennità supplementare per gli incursori e gli operatori subacquei è infatti tutt’altro che episodica, ma fissa e continuativa visto che il legislatore ha riconosciuto che l’incursore e il palombaro/sommozzatore sono considerati, alla stregua del pilota, meritevoli di una specifica retribuzione indipendentemente dal singolo episodio (di volo o, nel caso di specie, l’immersione),

impegna il Governo:

a valutare l’opportunità di assumere iniziative per consentire, anche per le indennità di cui in premessa, il trascinamento, ovvero il riconoscimento, all’avente diritto, di alcune maggiorazioni da calcolarsi sull’indennità economica più elevata;

a valutare l’opportunità di assumere iniziative normative per prevedere che, a decorrere dal 1° gennaio 2020, la misura percentuale della indennità supplementare prevista all’articolo 9, comma 2, della legge n. 78 del 1983 e successive modificazioni, percepita dal personale militare dell’esercito, della marina e dell’aeronautica in possesso di brevetto militare di incursore o operatore subacqueo e in servizio presso reparti incursori e subacquei, nonché presso centri e nuclei aero-soccorritori, venga elevata del 220 per cento dell’indennità di impiego operativa di base;

a valutare l’opportunità di assumere iniziative per prevedere che il personale di cui all’impegno precedente, percettore dell’indennità per brevetto di incursore, subacqueo e aero soccorritore, quando cessa di percepire la predetta indennità supplementare, abbia diritto alla corresponsione della medesima indennità supplementare nella misura di un ventesimo dell’intero importo in godimento per ogni anno di servizio effettivamente prestato con percezione della relativa indennità e fino ad un massimo di venti anni.
(7-00228) «Iorio, Corda, Aresta, Chiazzese, Del Monaco, D’Uva, Ermellino, Frusone, Galantino, Iovino, Rizzo, Roberto Rossini, Giovanni Russo, Traversi».

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.