CONTRATTO LAVORO, RIORDINO, STRAORDINARI / A Montecitorio la protesta dei poliziotti. Una protesta dove “virtualmente” ci siamo tutti, perche’ tutti abbiamo gli stessi problemi

FOTO: Sindacato di Polizia SILP-CGIL.

Roma, 28 lug 2019 – SIAMO TUTTI SULLA STESSA BARCA. CON ESCLUSIONE DEGLI UFFICIALI E DIRIGENTI, CHE DECISAMENTE NON LAMENTANO MAI NULLA (stipendi ok; carriera ok; pensione ok). Per il resto dei comuni mortali (NON DIRIGENTI) i problemi sono molti: dall’invecchiamento del personale, senza una buona politica di ricambio generazionale; dal contratto di lavoro ormai scaduto da oltre 200 giorni; dalla coda contrattuale che non verra’ piu’ conclusa?; dai fondi economici necessari per il provvedimento di correzione del passato/recente riordino dei gradi; dai fondi per pagare gli straordinari, compreso il personale di strade sicure. Sono principalmente questi i problemi che ha portato parte dei Poliziotti a Roma, protestando davanti a Montecitorio. Una manifestazione condivisibile da tutti (mettendo da parte l’orientamento politico), viste le mancate promesse che ancora non trovano avvio o conclusione.

SEGUE IL COMUNICATO SULLA MANIFESTAZIONE DEL SINDACATO SILP-CGIL:

“Poliziotti e agenti della polizia Penitenziaria si sono ritrovati quest’oggi in piazza Montecitorio, nella Capitale, per protestare contro le «mancate promesse del Governo». Un paradosso, se pensiamo al ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ogni giorno con una divisa diversa indosso e sempre pronto a prendere le parti delle forze di polizia”. Puoi ascoltare anche la voce degli addetti ai lavori, clicca qui >>>

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “CONTRATTO LAVORO, RIORDINO, STRAORDINARI / A Montecitorio la protesta dei poliziotti. Una protesta dove “virtualmente” ci siamo tutti, perche’ tutti abbiamo gli stessi problemi”

  1. Tutta la solidarieta’ ai colleghi non dirigenti per un iniziativa per far sentire la nostra voce anche se con uniformi diverse, ma con le stesse problematiche e le stesse sofferenze che da tanti anni rimangono inascoltate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.