ALCUNI MAGISTRATI NON SONO SEVERI CON I DELINQUENTI – DA CHE PARTE STANNO?

Roma, 30 lug 2019 – Parte la protesta dei sindacati dei poliziotti (SIAP): «Per dovere e per cultura – dice Giuseppe Tiani  “Riconosciamo e rispettiamo le sentenze della giustizia italiana, ma decisioni di questo tipo non aiutano il nostro personale che quotidianamente interviene per garantire la sicurezza della cittadinanza».

Pesanti i toni di Riccardo De Corato, assessore alla sicurezza della Regione Lombardia: «Sappiamo che uno dei principali problemi legati al rapporto tra agenti e giudici, è la scarsa severità con cui i magistrati, spesso e volentieri, trattano delinquenti che la Polizia arresta per reati minori”. Quello che verrebbe da domandarsi di fronte a fatti simili, è se alcuni magistrati siano più dalla parte dei servitori dello Stato oppure dei colpevoli di reato»

LEGGI LA NOTIZIA>>>>>

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 thoughts on “ALCUNI MAGISTRATI NON SONO SEVERI CON I DELINQUENTI – DA CHE PARTE STANNO?”

  1. Se le attenuati sono previste affinché un spacciatore possa continuare a spacciare perché é l’unico sostegno che ha, oppure deve continuare a delinquere perché ha in corso un permesso di soggiorno se si, allora é inutile che si arrestano questi individui e si mette a repentaglio la vite degli agenti, a quale pro se accompagni un reo al processo e quello esci prima da quello stabile e poi gli agenti che l’hanno arrestato, ma per favore, o si cambiano le leggi o é inutile morire per miserabili 100 euro, se vogliono l’Italia criminalizzata lo dicono chiaramente, ma dove stanno i vertici delle forze di polizia che non chiedono mai una tutela per i loro dipendenti o regole certe di ingaggio se non esiste una pena certa.

  2. Serve certezza della pena=bisogna togliere la prescrizione, almeno chi sbaglia non la fa più franca.
    Purtroppo ci sono politici che vogliono mantenere la prescrizione.

  3. Ma come fate a chiedere giustizia se abbiamo politici CONDANNATI che fanno ancora politica?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.