FOTOGRAFIA DELL’AMERICANO BENDATO, IN AZIONE LA PROCURA. IDENTIFICATI I CARABINIERI PRESENTI

Roma, 30 lug 2019 – Il premier Conte ha dichiarato: la foto dell’americano bendato nella caserma dei carabinieri rischia di configurare “gli estremi di un reato o, forse di due reati”.  Chi ha diffuso lo scatto rischia qualcosa in più del semplice trasferimento.

Tutti credono sia stata una  grande cazzata doppia: sia bendarlo che fare e diffondere la foto”. Anche perché, si sa, l’Italia è quel Paese dove è alto il rischio che si parli più della benda che delle 11 coltellate al Carabiniere.

Per ora si sa che Natale è stato bendato per evitare vedesse documenti riservati sugli schermi dei pc della caserma, e comunque sembra che sia stato a occhi chiusi per non più di 5 minuti.

Si prospettano  cattive notizie per chi ha diffuso l’immagine. La sua identità è finita oggi nell’informativa consegnata ai magistrati.  La Procura di Roma promette “rigore” nelle indagini.

Se fosse stato veramente un carabiniere a scattare la foto potrebbe poi finire nelle grinfie della procura militare che applicherebbe il codice penale militare.

Va tenuto conto che è anche vietato fotografare ambienti militari, soprattutto se si rischia di violare la riservatezza degli agenti al loro interno o di documenti e dati segreti e sensibili.

Alla fine bisognerà decidere se la competenza spetta al tribunale militare o a quello civile. Ad una prima lettura, gli esperti propendono per la prima ipotesi, visto che la norma militare è speciale e prevale su quella ordinaria. Sempre, ovviamente, che il soggetto sia un appartenente all’Arma.

In questo caso il reato sarebbe quello previsto dall’art. 127 del codice penale militare di pace. “Il militare, che rivela notizie concernenti il servizio o la disciplina militare in generale, da lui conosciute per ragione o in occasione del suo ufficio o servizio, e che devono rimanere segrete – si legge – è punito con la reclusione militare da sei mesi a tre anni”.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “FOTOGRAFIA DELL’AMERICANO BENDATO, IN AZIONE LA PROCURA. IDENTIFICATI I CARABINIERI PRESENTI”

  1. Ora mi domando chi pagherà di più in questa vicenda, il carabiniere o colui che ha bendato e pubblicato la foto o il reo che ha ammazzato barbaramente il loro collega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.