VITTIME DEL DOVERE E SUICIDI DEL PERSONALE IN DIVISA – PER ORA LO STATO RIMANE A GUARDARE

Roma, 8 ago 2019 – Quanti tra poliziotti, carabinieri, militari, finanzieri e vigili del fuoco sono le vittime del dovere e quanti di loro sono morti mentre in servizio o in missione.  Secondo i dati del Viminale, dal 1961 ad oggi sono 3.776 le vittime del dovere tra le Forze dell’Ordine, appartenenti a qualsiasi reparto delle Forze Armate, di Polizia e Vigili del Fuoco.

Non tutti le vittime del dovere sono morti in servizio, nell’ elenco del Viminale, sono stati  inclusi anche i feriti in maniera grave.

Restringendo ad un periodo temporale e prendendo come riferimento gli ultimi anni ne sono stati calcolati una media di 36 morti per ogni anno.

Per quanto riguarda i Carabinieri, solo nel 2018 si contano 12 morti e circa 3.000 uomini feriti.

Il problema dell’ alto tasso di suicidi
Alto è il numero degli appartenenti alle Forze dell’Ordine e Militari che hanno deciso di togliersi la vita. Un problema su cui da tempo le amministrazioni stanno (solo…) indagando.

Sicuramente hanno contribuito all’impennata dei suicidi i pochi investimenti fatti nell’ambito dell’assistenza psicologica. Ad amplificare il fenomeno: l’essere impiegati spesso in situazioni ad alto rischio, la lontananza dalle famiglie d’origine e dagli affetti, la solitudine, l’alto tasso di separazioni, la tipicità della vita militare, i problemi economici.

Cosa si fa per arginare questo fenomeno? Per ora nulla. Grazie Stato!

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.