OMICIDIO CARABINIERE REGA / LA DOCENTE CHE AVEVA COMMENTATO SU FACEBOOK “UNO DI MENO, NON NE SENTIREMO LA MANCANZA” AFFERMA CHE QUALCUNO HA USATO IL SUO ACCOUNT

Roma, 2 set 2019 – L’insegnante, contro la quale è stato avviato un procedimento disciplinare per il post sul carabiniere ucciso a Roma, sarà ascoltata presso l’Ufficio scolastico regionale. 

La frase, apparsa come  commento alla tragedia del Carabiniere Mario Cerciello Rega ucciso a coltellate durante il servizio era  “Uno di meno, non ne sentiremo la mancanza”.

Alla prof viene contestata “la violazione dei doveri d’ufficio per avere tenuto una condotta gravemente in contrasto con la funzione educativa e gravemente lesiva dell’immagine della scuola, della pubblica amministrazione, degli alunni e delle famiglie”.

Dopo giorni di polemica la docente era intervenuta direttamente  “Quel post non l’ho scritto io  –   chi mi conosce sa che non penso quelle cose”

“Per motivi che spiegherò solo a chi di dovere, mi sono assunta una responsabilità non mia – sostiene – Non si è trattato di hackeraggio, semplicemente è stato usato il mio account e il mio computer. Non l’ho detto prima perché non credevo che la vicenda assumesse questo peso…”.

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.