POLIZIA PENITENZIARIA / NEL CARCERE DI SAN CATALDO SI MANGIA IN COMPAGNIA DEI TOPI, LA DENUNCIA DEL SAPPE

Roma, 22 sett 2019 – Alla mensa del carcere di San Cataldo (CL) i topi sono di casa…pronta la denuncia del  Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE:

“Ci si dovrebbe vergognare per come viene lasciato allo sbando il Personale della Polizia Penitenziaria, in condizioni insalubri, indecenti e vergognose: e invece non sembra fregare a nessuno il degrado nel quale lavorano e mangiano gli agenti di Polizia Penitenziaria del carcere di San Cataldo”, denuncia il segretario nazionale per la Sicilia del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE.

Nonostante sia stata  incaricata una ditta per  la disinfestazione e derattizzazione dei locali, il personale della Polizia Penitenziaria in servizio presso il carcere, fruiva regolarmente dei due pasti giornalieri in lieta compagnia di esche e trappole per topi.

Successivamente a tali operazioni di bonifica veniva rinvenuto presso il locale mensa un grosso ratto e dopo la soppressione da parte di alcuni poliziotti penitenziari, l’attività di ristorazione  non è stata tempestivamente sospesa, anzi, il personale fruiva regolarmente dei pasti (pranzo e cena), ciò nonostante le tracce di sangue  del roditore sui pavimenti e nei pressi dell’impianto delle bevande. Sembra che qualcuno sommariamente ha provveduto a pulire con acqua e candeggina ma non con prodotti specifici che le ditte specializzate utilizzano per la disinfestazione.

I poliziotti in servizio, durante il turno di mattina del giorno successivo sono stati costretti a rifiutare la consumazione del pasto a tutela della propria salute.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.