IL POST RIORDINO (o solito disordino?) DEI GRADI: CHE NON DIVENTI LA SOLITA PRESA IN GIRO E L’ENNESIMA OCCASIONE PERSA PER IL PERSONALE. (La bozza ufficiale del riordino è disponibile all’interno).

Roma, 2 ott 2019 – LA DELEGA SCADEVA IL 30/9/2019. IN GRAN SILENZIO LAVORAVANO GLI UFFICI DI SMD. TANTO E’ CHE A RIDOSSO DELLA SCADENZA DELLA DELEGA SUL RIORDINO TUTTO ERA PRONTO. Tutto era cosi’ pronto e impacchettato che la bozza di riordino e’ stata data in pasto al personale, delegati e sindacati, pochi giorni fa. Eravamo convinti che tutto doveva ancora essere scritto, discusso e approvato. NON ERA COSI’. E questo e’ un problema, perche’ la dice lunga su chi decide. Non decidono i sindacati, non decidono i delegati cocer, non decidono i 500.000 operatori del Comparto Difesa e Sicurezza. Decidono gli Stati Maggiori, e la politica succube APPROVA sempre.

Ma attenzione, i voti li prendono i politici e non gli stati maggiori; attenzione a sbagliare ancora. Girano piu’ bozze ufficiali e meno ufficiali. Sono realizzate cosi’ complicate e cosi’ tecniche che per capirci qualcosa bisognera’ studiarla per una settimana, con le leggi alla mano e precedente riordino sotto gli occhi.

E se sono tutti scontenti, vuol dire pure che questo riordino non e’ come lo avrebbe voluto il personale, che oltre alle altre cose proposte, avrebbe dovuto sanare prima le vecchie sperequazioni.

La bozza ufficiale del riordino la puoi prelevare qui, in formato PDF >>>

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.