IL M5S NON E’ DISPOSTO ALL’ ACQUISTO DI NOVANTA F-35 PER UNA SPESA COMPLESSIVA DI 50 MILIARDI

Roma, 8 ott 2019 – Il Movimento cinque stelle non è disposto ad aprire agli Stati Uniti d’America e a Donald Trump sui “caccia della discordia”. “La nostra linea è chiara hanno detto: sugli F-35 ci sarà necessariamente una rinegoziazione della commessa”.

Ciò vuol dire  che non acquisteremo i 90 aerei preventivati. E la precisazione – che arriva direttamente dagli ambienti del M5S –  ed è fondamentale per capire cosa sta accadendo tra Parlamento e Governo e, soprattutto, tra i due nuovi alleati, Pd e Cinque stelle. A far scattare diversi esponenti di rilievo del Movimento è stato l’incontro dei giorni scorsi tra Giuseppe Conte e Mike Pompeo (Segretario di stato degli USA).

In quell’occasione si sarebbe parlato anche di F-35, tema come si sa che sta molto a cuore agli Stati Uniti. Secondo alcuni retroscena il presidente del Consiglio avrebbe garantito al braccio destro di Trump l’acquisto di tutti i 90 caccia. “Il che vorrebbe dire, secondo gli studi più attendibili, una spesa per i prossimi 30 anni di circa 50 miliardi”. Ed è su questo spreco che tutti nel M5S, sono convinti che quei soldi possano e debbano essere utilizzati in altri settori. Vedremo in futuro se questa linea ora preannunciata verrà confermata.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.