LECCE / ANCORA UN CASO DI VIOLENZA NEI CONFRONTI DI UNA PATTUGLIA DEI CARABINIERI

Roma, 8 ott 2019 – Ha divelto l’antenna di un auto dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Lecce ed aggredito i militari, poi ha sfondato un finestrino della “gazzella” dall’interno nel tentativo di uscire.

Responsabile un pakistano di 22 anni  che veniva scortato dagli uomini dell’Arma negli alloggi della Caritas di Lecce dopo l’udienza che lo aveva condannato alla misura cautelare dell’obbligo di firma. Giorni prima lo straniero aveva danneggiato le vetrate di alcuni negozi colpendole con delle bottiglie di vetro.

Durante il tragitto ha iniziato a dare in escandescenze cosicchè i militari si sono fermati e lo hanno fatto scendere ma in preda ad un raptus, ha strappato l’antenna dal tettuccio della “gazzella” e con essa li ha aggrediti. Colpiti più volte, i carabinieri lo hanno spinto nuovamente all’interno dell’auto di servizio, ma la situazione non è mutata, anzi…..

Aggrediti con calci e pugni, i militari sono riusciti a fatica nel loro intento ed hanno nuovamente messo in moto per ripartire. Il pakistano ha continuato a scalciare fino a sfondare il finestrino della portiera posteriore sinistra con l’intenzione di uscire dall’abitacolo dell’auto.

Grazie al supporto di una seconda pattuglia ed all’uso dello spray urticante, i militari sono riusciti finalmente ad avere la meglio.

Si conclude così un altro episodio di violenza nei confronti del personale delle forze dell’ordine…

I due i carabinieri hanno riportato contusioni e ferite varie guaribili in una decina di giorni.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.