ALLOGGI DIFESA / CONFERITE AL SOTTOSEGRETARIO ALLA DIFESA DOTT. GIULIO GUERRISI LE DELEGHE AGLI ALLOGGI DELLA DIFESA

Roma, 9 nov 2019  – ALLOGGI DEMANIALI. QUALE FUTURO PER GLI INQUILINI? In data 7 novembre 2019, sulla Gazzetta Ufficiale n.161, è stata pubblicato il Decreto Ministero Difesa con cui si conferiscono le Deleghe ai Sottosegretari di Stato alla Difesa Giulio Calvisi e Angelo Tofalo e quelle che rimangono nella titolarità dello stesso Ministro Guerini. In particolare come precisa l’art.1 punto i del Decreto, viene attribuita al Sottosegretario Giulio Calvisi la delega per “ Area del demanio e patrimonio militare nonché alle problematiche concernenti gli alloggi per il personale della Difesa”.

Per quanto riguarda il Ministro della Difesa, tra l’altro è assegnata “gli atti ed i provvedimenti riguardanti la Società Difesa Servizi S.p.A. e l’Agenzia Industrie Difesa, lettera m.”. 

A margine CASADIRITTO rileva l’urgenza e l’importanza dell’attribuzione delle deleghe che riguardano gli alloggi, atte4se con interesse, che permetteranno fin da subito all’Associazione di dispiegare la sua attività in modo coordinato e completo, di avere un interlocutore unico a differenza del precedente Esecutivo, ora non viene spezzettato per aree geografiche con due figure aventi la stessa Delega. Ciò faciliterà un confronto sul tema degli alloggi con un solo sottosegretario. Tutto ciò nella speranza che presto si arrivi all’avvio serio sulle criticità che investono il settore degli alloggi che sono note a tutti, con auspicabili soluzioni  che CASADIRITTO intende sottoporre, coinvolgendo gli attori Istituzionali preposti, Parlamento, Commissioni Difesa, Ministro e Sottosegretario, finalmente, lo auspichiamo, sgravati da pregiudizi che da sempre impediscono, come talvolta di recente è avvenuto, persino l’approccio, impedendo un sereno confronto nel complicato  “ sistema” degli alloggi della Difesa. Il tutto  avendo come fine non  quello di  “scardinare” le tutele ancora rimaste, come qualcuno inciampando in maniera clamorosa aveva fatto credere, ma per contribuire a riformare un sistema, questo lo crediamo e lo riaffermiamo.

Il disastro in cui ora ci troviamo immersi fino al collo è emerso anche a chi si rifiutava di vedere l’evidenza. Grazie a CASADIRITTO e non da oggi, che  indicava le cause e gli inizi  negli anni “ horribilis”  iniziati con “L’IDEA” dell’Obiettivo 9, che aveva trovato fedeli e ossequiosi esecutori nel tandem insediatosi negli anni  2008-2011, leggi e decreti ancora in vigore, la cui opera vera di “scardinamento” è ancora in vigore e la cui evidenza massima sono i 5.000 alloggi vuoti che aumentano, e l’impoverimento delle famiglie attraverso canoni ( altro che tasse) impossibili.

L’idea” nostra è un’altra, opposta a quella del Decreto del 16 marzo 2011. Per poter  ribadire ed esporre non “ la soluzione” ma delle idee di buon senso e realizzabili è necessario quindi avere degli interlocutori affidabili e privi di pregiudizi. Contiamo, nei limiti anche temporali,  dell’operatività di questo Esecutivo, che tante notizie ci avvalorano, di averli trovati. Vorremmo non illuderci e pensare che il peggio stia alle nostre spalle.

Ed anche per questo che abbiamo inviato al Sottosegretario Dott. Giulio Calvisi oltre agli auguri   per le deleghe ad esso attribuite anche una richiesta di incontro che riportiamo in allegato.

In allegato:
1. Gazzetta Ufficiale n.161 del 7 novembre 2019, clicca qui >>>

2. Richiesta al Sottosegretario Calvisi  di incontro del 9 novembre 2019, clicca qui >>>

Roma, li 9 novembre 2019


IL COORDINATORE NAZIONALE DI CASADIRITTO
Sergio Boncioli

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.